Cerca

Castellaneta troppo piccola per la Fed Cup di tennis

Si giocherà al Foro Italico la semifinale della massima competizione femminile a squadre tra Italia e Repubblica Ceca. A motivare lo spostamento dell’incontro l’applicazione di una norma che impone di organizzare gli incontri di semifinale in una major city, ovvero in una città con almeno mezzo milione di abitanti. Chiaramente Castellaneta, che ha già ospitato altri incontri, non è tra queste
Castellaneta troppo piccola per la Fed Cup di tennis
ROMA - Non più Castellaneta Marina. Si giocherà al Foro Italico la semifinale di Fed Cup tra Italia e Repubblica Ceca. Il torneo internazionale di tennis femminile avrebbe dovuto tornare al Nova Yardinia Resort per un appuntamento attesissimo dal pubblico tarantino e pugliese perché, in quella gara, si cimentano due atlete nostrane: Flavia Pennetta e Roberta Vinci. I loro beniamini restano delusi perché la Federtennis ha deciso di inserire il match nell’ambito della 67^ edizione degli internazionali di Bnl d’Italia. Oltre alla semifinale di Fed Cup, infatti, il Foro Italico ospiterà il 24 aprile il primo turno delle qualificazioni del Master 1000, mentre il giorno successivo si giocheranno sia il secondo turno delle qualificazioni sia alcuni match del primo turno del tabellone principale sul nuovo Campo Centrale.


A motivare lo spostamento dell’incontro l’applicazione di una norma che impone di organizzare gli incontri di semifinale in una major city, ovvero in una città con almeno mezzo milione di abitanti. Chiaramente Castellaneta non è tra queste. Anche se già in passato, ovvero nel 2007 e nel 2009, proprio al Nova Yardinia Resort si erano disputate le semifinali Italia-Francia e Italia-Russia.

Due eventi che hanno fatto di quella location e di Castellaneta Marina il polo del tennis internazionale. Solo un mese fa (erano gli inizi di marzo) sui campi rossi di Costa Verde si è disputata la Coppa Davis. Anche lì un successo.


Per il nuovo appuntamento di Fed Cup, però, il Fed Cup Committee della Federazione internazionale ha deciso di non rinnovare la deroga già concessa a Castellaneta Marina. Dal complesso turistico di Nova Yardinia Resort evidente l’amarezza e la delusione. Vincenzo Gentile, general manager, non può far altro che accettare le condizioni della Fed Cup Committee ma dice: “questo nuovo appuntamento con il tennis qui a Castellaneta Marina era importante non tanto per il prestigio della location che l’avrebbe ospitata, quanto per il pubblico e per il calore che avrebbe potuto dare alle sue due beniamine. Speriamo che ci sia la stessa partecipazione che avremmo potuto avere qui anche a Roma, dove, però, Vinci e Pennetta si troveranno a giocare in contemporanea con altri atleti”.


Deluso aggiunge: “In questi anni abbiamo dimostrato di portare fortuna al tennis italiano e di saper organizzare eventi di un certo calibro. La certezza ci viene dagli apprezzamenti che in ogni occasione abbiamo ricevuto dalla stessa Federazione internazionale di tennis. Ci spiace non aver potuto confermare queste nostre capacità e soprattutto ci spiace che le nostre ragazze non potranno ricevere il sostegno dei loro fan”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400