Cerca

Il Cras dilaga contro Umbertide nella prima partita dei playoff

Taranto piazza il primo colpo nella corsa allo scudetto di basket femminile. In gara-1 dei quarti di finale le rossoblu, prime nella regular season, battono Umbertide 81-52 non senza qualche patema. Le ioniche iniziano a giocare come sanno con l'avvio della seconda frazione. Ad inizio di ultimo parziale la squadra di Ricchini si scuote davvero grazie a Godin e Brunson. Martedì in Umbria match point per la semifinale
Il Cras dilaga contro Umbertide nella prima partita dei playoff
CRAS TARANTO-LIOMATIC UMBERTIDE 81-52

CRAS TARANTO:Wambe 9, Greco 7, Mahoney 5, David 4, Brunson 17; Gianolla 7, Siccardi 8, Montagnino 8, Godin 16, Giauro. All. Ricchini.
LIOMATIC UMBERTIDE: Penicheiro 5, Consolini 14, Newton 9, Cinili 9, Jansone 3; Gorini 2, Rossi, Bagnara 2, Callens 8. Ne: Giorgi. All. Serventi.
ARBITRI: Scrima di Catanzaro e Giummarra di Ragusa.
PARZIALI: 15-13, 42-20, 52-45, 81-52
NOTE: Taranto TL 20/26, T2 24/42, T3 5/11, rimbalzi 30; Umbertide TL 12/16, T2 14/34, T3 4/16, rimbalzi 15.

TARANTO - Il Cras Taranto piazza il primo colpo nella corsa allo scudetto. In gara-1 dei quarti di finale le rossoblu, prime nella regular season, battono Umbertide non senza qualche patema. Martedì in Umbria match point per la semifinale.Un Taranto che però nel sabato sera del PalaMazzola non parte nel migliore dei modi: dopo il 4-0 iniziale, Umbertide in un minuto e mezzo infila un parziale di 7-0 guidata da Cinili, con una tripla di Consolini va 5-10 e poi 7-12 al 6', costringendo Ricchini a chiamare time out. Così in un attimo Mahoney pareggia 12-12 ed è una penetrazione di Wambe al 9' a fare 13-12. Il Cras inizia a giocare da Cras, con l'avvio della seconda frazione Serventi è costretto a chiamare la sospensione per provare a fermare il break di 7-1 delle rossoblu (22-14) che però segnano a raffica con una facilità disarmante: 4 punti di Godin e una tripla di Siccardi allungano il parziale a 14-1 in 5' (29-14). Il Taranto continua a volare fino all'intervallo sui liberi di Gianolla dopo un fallo antisportivo di Penicheiro.

Umbertide mostra però di avere nuove forze al rientro dagli spogliatoi. Callens (7 punti in 5') trascina le sue che dal -22 dell'intervallo si riavvicinano a -13 (49-36) di metà quarto, mentre il Cras si schiera a zona e Siccardi e Wambe commettono il quarto fallo. Ma non è un fuoco di paglia, perché Consolini e Cinili al 9' fanno 52-45. Le umbre si sentono ancora in partita. ma Taranto non si perde: una tripla di Greco ad inizio di ultima frazione scuote la squadra di Ricchini. Altri punti da Godin e Brunson riportano il vantaggio in doppia cifra: 61-47 al 32'. L'americana ne segna 6 di fila e lancia la volata al Cras che nei 5 minuti finali gestisce il vantaggio.

Angelo Loreto

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400