Cerca

Vivicittà, in cinquemila alla conquista di Bari

Saranno in tanti, tantissimi. Più che nelle precedenti edizioni. Pronti ad abbracciare le strade di Bari, a godersele senza l’intralcio del traffico. Domenica scocca l’ora di «Vivicittà», giunta al XXVII anno di vita. E’ il primo degli eventi, organizzati dalla Uisp di Bari: la macchina degli organizzatori è già in moto per «SportinPiazza» (1° e 2 maggio) e «Bicincittà» (16 maggio)
Vivicittà, in cinquemila alla conquista di Bari
BARI - Saranno in tanti, tantissimi. Più che nelle precedenti edizioni. Pronti ad abbracciare le strade di Bari, a godersele senza l’intralcio del traffico. Domani scocca l’ora di «Vivicittà», giunta al XXVII anno di vita. E’ il primo degli eventi, organizzati dalla Uisp di Bari: la macchina degli organizzatori è già in moto per «SportinPiazza» (1° e 2 maggio) e «Bicincittà» (16 maggio).

Per questa edizione di «Vivicittà» sono previsti oltre 5.000 partecipanti, tra agonisti e semplici appassionati di corsa e di sport. I primi si cimenteranno nella maratonina di 12 km, mentre gli altri potranno vivere una giornata ben diversa dalle altre. Correndo e vivendo la propria città, dal lungomare agli angoli più suggestivi di Bari. Anche i diversamente abili si metteranno alla prova. Il tutto in una coloratissima cornice di spettacolo e musica, assicurata dalla Crazy Band. La partenza è fissata alle 10,30 (in contemporanea con numerose città italiane, come di consueto darà il via il GR2) da Largo Due Giugno. Grande successo di iscrizioni anche per il suggestivo appuntamento con «Di corsa con papà», due giri intorno al parco, finalizzati a regalare un’emozione indimenticabile ai papà ed ai loro bambini.

«Vivicittà» è una corsa aperta a tutti, che da sempre coinvolge con ammirevole attenzione il mondo dei più bisognosi. Non a caso, in questi ventisette anni, la Uisp di Bari ha realizzato concreti obiettivi di solidarietà: ben 628.000 euro sono stati i fondi raccolti e donati in beneficenza. La passione ed il cuore di tanti volontari, che anche quest’anno saranno in prima fila (naturalmente insieme alla polizia urbana ed alle forze dell’ordine) affinchè tutto funzioni a dovere, rappresentano la autentica forza motrice della «Vivicittà» barese, ormai ritenuta una delle più importanti in Italia.

La XXVII edizione è dedicata a quattro amici prematuramente scomparsi, da sempre vicini all’universo Uisp: Franco Ballerini, c.t. della nazionale di ciclismo, Nicola Tagliaferro (presidente del cral Arca-Enel), Antonio Paccione e Sabino Falco, indimenticabili amatori runners.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400