Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 08:20

L'Enel si prepara alle quattro finali Perdichizzi vuole concentrazione

Massima attenzione e fiducia nei propri mezzi: è quanto il coach va predicando in questi giorni che separano la squadra dalla gara casalinga contro Pistoia, la prima delle quattro gare che Brindisi si appresta a disputare nella Legadue maschile di basket, forte del primato solitario in classifica. Pinton si è allenato con i compagni. Quanto a Zupan, l'impiego è più difficile (si è in attesa del transfer da parte della federazione greca)
L'Enel si prepara alle quattro finali Perdichizzi vuole concentrazione
di Pierluigi Potì

BRINDISI - Massima concentrazione e fiducia nei propri mezzi: è quanto Giovanni Perdichizzi va predicando in questi giorni che separano la squadra dalla gara casalinga contro Pistoia, la prima delle quattro “finali” che l’Enel si appresta a disputare, forte del primato solitario in classifica.

La prima buona notizia è che Mauro Pinton si è allenato con i compagni ed è, quindi, pienamente recuperato. Quanto, invece, a Miha Zupan, il suo impiego, allo stato, è più difficile, atteso che - come ha sottolineato coach Perdichizzi - «siamo ancora in attesa del transfer da parte della società greca. Il suo agente è fiducioso per un esito positivo a breve (già forse nella mattinata di oggi, ndr), per cui vedremo. Lo sloveno fisicamente sta bene. Deve però ambientarsi, per cui quel che possiamo chiedergli è solo... di darci una mano in questo finale di stagione».

Tornando al match di domani sera, l’imperativo è conquistare i due punti in palio: «L’obiettivo - ha spiegato l’allenatore - è allungare quanto più possibile su chi ci insegue, anche in considerazione dello scontro diretto fra Reggio Emilia e Sassari. Ma a noi non deve interessare nulla degli altri, perchè a questo punto dipende soltanto da noi. Sarà una partita dura. Pistoia pratica una difesa molto aggressiva, al limite del regolamento e, all’andata, ci facemmo irretire da questa marcatura asfissiante. Ma, rispetto ad allora, noi siamo cresciuti molto, stiamo bene fisicamente e mentalmente e sono fiducioso, anche se per batterli occorre concentrazione e spirito di sacrificio».

Inevitabile una parentesi sulla questione del nuovo palazzetto: «Non voglio entrare nel merito politico della vicenda - ha detto Perdichizzi -; dico solo che deroghe in serie A non se ne concedono a nessuno. Ma aggiungo anche che, se c’è la volontà, tutto è possibile, anche costruire un impianto a norma in pochi mesi. Del resto, non serve mica una struttura faraonica».

Ottimista e sereno anche Joe Crispin: «Pistoia è una buona squadra - ha detto in conferenza stampa - ma noi stiamo attraversando un momento magico e siamo consapevoli che conquistare i due punti equivarrebbe a compiere un ulteriore passo in avanti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione