Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 23:11

La Florens urla la sua rabbia il presidente ne ha per tutti

Iscrizione irregolare e penalizzazioni per Perugia: l’ennesima bufera nella pallavolo femminile irrompe alla vigilia dei playoff scudetto. I paventati provvedimenti disciplinari, 13 punti di penalizzazione richiesti dalla procura federale, ricaccerebbero Perugia (settima con 34 punti) in decima posizione ridisegnando gli ottavi di finale a cui Castellana Grotte parteciperebbe non più come nona (24 punti) ma come ottava
La Florens urla la sua rabbia il presidente ne ha per tutti
di Emanuele Caputo

CASTELLANA GROTTE - Iscrizione irregolare e penalizzazioni per la Despar Perugia: l’ennesima bufera nella pallavolo femminile irrompe alla vigilia dei playoff scudetto. I paventati provvedimenti disciplinari, 13 punti di penalizzazione richiesti dalla procura federale, ricaccerebbero Perugia (settima con 34 punti al termine della stagione regolare) in decima posizione ridisegnando gli ottavi di finale a cui la Cgf Recycle Florens Castellana Grotte parteciperebbe non più come nona (24 punti) ma come ottava.

Invece degli attuali accoppiamenti con l’andata prevista per questo fine settimana (Perugia-Pavia e Novara-Castellana Grotte, andata casalinga per le bianco-rosse allenate da Donato Radogna in programma alle 18 di domenica 11) il nuovo tabellone prevederebbe Novara-Perugia e Castellana Grotte-Pavia (con eventuale bella in casa). Ipotesi che sembra comunque sfumare alla luce della decisione della commissione giudicante nazionale della Fipav di invitare la Lega a soprassedere in vista dell’imminente riunione della giunta esecutiva. Prevedibile la veemente reazione della dirigenza della Florens: «Che ci fossero irregolarità nell’iscrizione al campionato di Perugia – spiega il presidente Giannantonio Netti – era noto sin dall’estate. La riprova sta anche nel fatto che il giudice di Lega che aveva ammesso Perugia abbia poi rassegnato le dimissioni. È inspiegabile che, nonostante i dubbi sulla regolarità fossero stati posti sin dall’estate, il caso si sia protratto fino alla vigilia dei playoff. Il grande clamore di questi giorni è solo l’ennesima presa in giro di questo movimento ipocrita nei confronti di chi, come noi, ha mostrato serietà ridimensionando gli obiettivi». Tornando alla gara di domenica il presidente aggiunge: «Il nostro campionato – conclude Netti – è stato già positivo. Novara è una grande squadra, come dimostra il 4° posto in Champions».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione