Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 05:56

Vivicittà, la carica dei 5mila Bari fa festa insieme all’Uisp

È diventato l’appuntamento sportivo più atteso. Uno di quei momenti che tutta la città aspetta, con l’inizio della primavera e delle giornate di sole. Una festa per tutti, dove sport, spettacolo e solidarietà vanno a braccetto. Su il sipario: domenica scocca l’ora della XXVII edizione. Il primo dei grandi eventi, organizzati dalla Uisp di Bari. A seguire ci saranno SportinPiazza (1° e 2 maggio) e Bicincittà (16 maggio)
Vivicittà, la carica dei 5mila Bari fa festa insieme all’Uisp
BARI - È diventato l’appuntamento sportivo più atteso. Uno di quei momenti che tutta la città aspetta, con l’inizio della primavera e delle giornate di sole. Una festa per tutti, dove sport, spettacolo e solidarietà vanno a braccetto per le vie di Bari. Su il sipario: domenica scocca l’ora di Vivicittà, giunta alla XXVII edizione. Il primo dei grandi eventi, organizzati dalla Uisp di Bari. A seguire ci saranno SportinPiazza (1° e 2 maggio) e Bicincittà (16 maggio).

La macchina organizzativa guidata da Elio Di Summa, instancabile presidente dell’Uisp provinciale, è in moto già da mesi per oliare ogni meccanismo alla perfezione. Una squadra che funziona con la precisione di un orologio svizzero fin dal 1984. Con il passare degli anni, piuttosto, la fama ed il prestigio della manifestazione barese sono cresciuti in modo sempre più evidente.

Per l’edizione di domenica prossima gli organizzatori prevedono almeno 5mila partecipanti, tra agonisti e semplici appassionati di corsa e di sport. I corridori più preparati si cimenteranno nella gara più impegnativa e veloce, la maratonina di 12 km., mentre tutti gli altri potranno godersi una giornata particolare, ben diversa dalle altre. Correndo e vivendo la città, dal lungomare agli angoli più suggestivi del capoluogo pugliese, come è impossibile fare in qualsiasi altro giorno. Anche i diversamente abili potranno mettersi alla prova.

Una corsa per tutti che, da sempre, coinvolge con ammirevole attenzione il mondo dei più bisognosi. Non è un caso se, in quest’ultimo quarto di secolo, la Uisp di Bari ha contribuito a realizzare importanti obiettivi di solidarietà: ben 628mila euro sono stati i fondi raccolti e donati in beneficenza. Nessun altra associazione, ente, società sportiva ha fatto meglio e di più in tal senso.

Una bandiera che l’Uisp può sventolare con legittimo orgoglio, insieme a quanti le hanno consentito di raggiungere un traguardo così ragguardevole. A cominciare dalle aziende (due marchi per tutti: Auchan e Banca Carime) che sostengono il massiccio sforzo degli organizzatori. Questa edizione di Vivicittà è dedicata a quattro uomini da sempre vicini all’universo Uisp, che ora ci guardano dal mondo dei giusti: Franco Ballerini, ct della nazionale di ciclismo, Nicola Tagliaferro (presidente del Cral Arca-Enel), Antonio Paccione e Sabino Falco, indimenticabili amatori runners baresi. Quattro validissimi motivi in più per continuare ad onorare la corsa più amata dai baresi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione