Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 08:44

Cras, Pasquetta a Venezia nell'ultimo turno di serie A1

Sarà una gara utile in vista dei playoff: gli allenatori di Umana e Cras sono d’accordo alla vigilia dell’ultima partita della stagione regolare del massimo campionato di basket femminile, in programma il 5 aprile. Taranto, a meno di un mese dal ko nella semifinale di Coppa Italia, ritroverà alle ore 18 il PalaTaliercio di Mestre. Stesso campo, stesso avversario. Possibile cornice dello scontro nella semifinale scudetto
Cras, Pasquetta a Venezia nell'ultimo turno di serie A1
TARANTO - Eugenio Dalmasson: “Ben venga questa sfida con Taranto, che può indicare utili informazioni in vista dei giochi-scudetto”. Roberto Ricchini: “Venezia è un nuovo match che può testare il nostro basket in vista dei playoff”. Gli allenatori di Umana Venezia e Cras Taranto sono d’accordo alla vigilia dell’ultima partita della stagione regolare dell’A1 di basket femminile, in programma dopodomani, 5 aprile, giorno di Pasquetta. Taranto, a meno di un mese dal ko nella semifinale di Coppa Italia, ritroverà alle ore 18 il PalaTaliercio di Mestre. Stesso campo, stesso avversario. Ancora l’Umana, “delizia” dello scudetto del 10 maggio 2010 e “croce” dell’Orler Cup, persa per 71-67 il 6 marzo scorso.

Nessuna delle due squadre ha la pressione del risultato, visto che il Cras è certo del primo posto assoluto e attende solamente di sapere quale sarà l’avversario dei quarti-scudetto (Umbertide o Sesto San Giovanni dal 10 aprile); e visto che Venezia ha già il quarto posto al sicuro, condizione che le farà affrontare Priolo (quinta, sotto 2-0 con le lagunari nei match diretti) nel primo turno dei giochi-scudetto.

QUI TARANTO - Pasqua veneziana. Domani sera la comitiva rossoblù atterra sulla Laguna, dove lunedì l’attende l’Umana, battuta all’andata per 51-49. “Avversario tosto – commenta Ricchini – che in quest’ultima parte di stagione, come dimostrano il ko di misura nella finale di Coppa Italia ed il recente scalpo operato allo Schio, è in una fase di ricrescita. Per il mio Cras è un nuova formazione stimolante, che ci aiuterà a capire se ci sono nuovi progressi sulla via che ci sta portando all’affare-tricolore”.

Schieramento standard per il tecnico rossoblù. Tutte a disposizione e caricate dal successo ottenuto domenica scorsa con una delle avversarie dell’attico dell’A1, Faenza. Dopo le emiliane ci sono le venete. “Avversario stimolante, lo affrontiamo per vincere” dichiara Ricchini.

I numeri del Cras in A1: 1° posto (20 vinte, 1 ko), 3° attacco (media-punti fatti 69,9), 1^ difesa (media-punti subìti 58,8); 1^ marcatrice Rebekkah Brunson (media-punti fatti 14,9: 8^ dell’A1), 1^ rimbalzista Brunson (media-recuperi 7,6: 4^ dell’A1).

QUI VENEZIA - Tre vittorie e due sconfitte. Questo il trend veneziano di marzo, chiuso brillantemente con il colpo di Schio di domenica scorsa. 76-68 il risultato, grazie soprattutto alla doppia cifra del trio Ballardini-Basko-Nadalin, che ha steso la Famila, dopodomani costretta allo spareggio per il secondo posto prezioso in chiave playoff in casa di Faenza.

L’Umana Venezia è in ripresa. Dopo una parte di stagione segnata da noie fisiche (stagione finita per Harper, pivot da 9,5 punti e 7,8 rimbalzi a partita, a causa del crociato ko; sciatalgia per il play Cirone che lentamente sta cercando la sua forma e schiena malandata per Corradini che è fuori dai giochi), la formazione di Eugenio Dalmasson (tecnico prelevato dal mondo maschile dove ben aveva fatto col suo apice segnato dalla Lega Due con la squadra dell’Umana) ha scaldato i motori in vista dei giochi per il tricolore. In tale prospettiva, la sfida Umana-Cras è un probabile anticipo della semifinale-scudetto. Se oro-granata e rossoblù vinceranno i rispettivi quarti di finale, si troveranno poi al secondo turno dei giochi-scudetto, che si affronterà al meglio delle 5 gare, con Taranto che sfrutterà il fattore-casa. “Per questa ragione – sottolinea Dalmasson – la partita di lunedì assume una importanza maggiore. Sarà una sfida a scacchi con squadre pronte bluffare in vista dei playoff? Non so. E’ il match che ci inviterà a fare le mosse possibilmente migliori. A Venezia questo match apre le porte in vista di un durissimo quarto di finale con Priolo, che testerà la nostra febbre agonistica”.

Dalmasson è pronto sfruttare il quintetto che ultimamente gli ha garantito equilibrio: Kostaki play acquistato in corsa causa infermeria piena, le esterne-killer Basko e Ballardini, l’ala versatile Jokic ed il centro adattato Nadalin. In panchina fremono Cirone ed Eva Giauro (sorella della rossoblù Sara). Armi in più di un’Umana pericolosa.

I numeri di Venezia in A1: 4° posto (14 vinte, 7 ko), 5° attacco (media-punti fatti 69,2), 3^ difesa (media-punti subiti 60,7); 1^ marcatrice Simona Ballardini (media-punti fatti 12,6: 13^ dell’A1), 1^ rimbalzista Daliborka Jokic (media-recuperi 5,8: 15^ dell’A1).
LE FORMAZIONI Umana Venezia: Kostaki, Basko, Ballardini, Jokic, Nadalin; Cirone, Sottana, Fassina, Eva Giauro, Paparazzo. All. Dalmasson. Cras Taranto: Wambe, Greco, Mahoney, David, Brunson; Gianolla, Siccardi, Montagnino, Godin, Sara Giauro. All. Ricchini. Arbitri: Riosa di Trieste e Vanni degli Onesti di Udine.

C’E’ LA DIRETTA TV - La partita Venezia-Cras sarà trasmessa in chiaro, per il territorio di Taranto e provincia, dalla tv media partner Studio 100 dalle ore 17,55. Pre-partita, diretta e commenti finali garantiti dagli inviati al PalaTaliercio. Diretta radiofonica, come di consueto, per l’arco jonico, da parte di Radio Taranto Stereo sulla frequenza 93,7 Mhz. Dirette web, con aggiornamenti statistici, sui siti www.legabasketfemminile.it e www.blunote.it.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione