Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 06:06

Bari, l'ex Alvarez «Totti, faccio gol»

Di quella esperienza con la Roma restano il soprannome «Alvaretto» coniato da Totti e il rammarico di non aver sfruttato un’occasione: «Ho un bel ricordo di quel periodo, ma ero all’inizio della mia esperienza italiana e la concorrenza era tanta. Davanti a me poi avevo giocatori come Taddei e Mancini. Comunque non cerco rivincite ma solo una vittoria per la mia squadra». La sida sabato alle 15 al San Nicola
• Ventura con gli uomini contati
• Attesi novemila tifosi romanisti
Bari, l'ex Alvarez «Totti, faccio gol»
di Fabrizio Nitti 

BARI - Di quella esperienza romana-giallorossa restano in effetti due cose. Il soprannome «Alvaretto» coniato da Totti e il rammarico di non aver sfruttato un’occasione come la Roma: «Ho un bel ricordo di quel periodo - racconta Edgar Alvarez - lì mi sono divertito ed ho instaurato rapporti sinceri, con persone vere. Un po’ di rimpianto c’è perché sicuramente Roma poteva cambiare la mia carriera, ma ero all’inizio della mia esperienza italiana e la concorrenza era tanta. Davanti a me poi avevo giocatori come Taddei e Mancini che a differenza mia segnavano anche tanto… Comunque non cerco rivincite ma solo una vittoria per la mia squadra».

E con Francesco Totti, signore giallorosso, che rapporto esisteva?

«Con Totti avevo un grande rapporto. Non pensavo di trovare una persona così, allegra e sempre disponibile. Scherzavamo molto insieme ed è stato proprio lui a ribattezzarmi Alvaretto. Sabato (domani, ndr) sicuramente ci ricorderemo le tante cose fatte insieme, lo saluterò con piacere».

Che partita sarà?

«Mi aspetto una gara difficile e spettacolare. Noi dobbiamo fare la nostra partita anche se sappiamo che non sarà facile. Loro attraversano un gran momento, sono in corsa per lo scudetto ed hanno giocatori di grandissima qualità. Secondo me come gioco sono anche superiori all’Inter. Servirà massima attenzione».

Dopo i tre gol dell’andata che messaggio vuol lanciare al capitano giallorosso?

«Io non c’ero all’andata ma lui questa volta non deve fare scherzi. A giocatori come Totti non puoi lasciare un minimo spazio altrimenti ti castigano. Ma questa volta, mi dispiace per lui, andrà diversamente. Poi a fine partita se vorrà ci scambieremo la maglia».

A Roma temeranno questo Alvarez?

«Non credo... Io proverò a dare il mio contributo per provare a vincere la partita e poi farlo con un mio gol non sarebbe male… Certo mi dispiacerebbe un po’ ma da professionista è giusto così, sono del Bari e darò tutto per vincere. Poi i tifosi giallorossi mi perdoneranno, visto che ho segnato alla Lazio».

Una rete arrivata con le scarpette gialle, ormai un portafortuna.

«È’ vero, ma tra un po’ mi toccherà cambiarle…Si è formato qualche buco, ma ne troverò altre dello stesso colore».

Sulla fascia sinistra si preannuncia un bel duello tra lei e Riise.

«Riise sta attraversando un ottimo momento di forma, giocatore che ha corsa ed un gran tiro. Bisognerà fare attenzione in difesa ma io proverò ad attaccarlo. Loro qualche spazio lo concederanno e speriamo di riuscire a fare le nostre cose. Poi ci sarà anche una cornice di pubblico importante, sarà un grande spettacolo e noi non vogliamo sfigurare».

Ma Alvarez sogna ancora la grande squadra?

«Si sogna sempre la grande squadra e a me piace continuare a farlo. Non si sa mai nella vita… »

Si parla dell’interesse della Fiorentina.

«Ho solo letto solo sui giornali dell’interesse ma non so nulla».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione