Cerca

Bari ripreso a Livorno proprio sul più bello

Cronaca della partita 
Nella trentunesima giornata della serie A di calcio, i biancorossi si fanno beffare in Toscana. Dopo una rete fortunosa di Allegretti al 24' del primo tempo, la squadra di Ventura controlla e domina per tutta la gara. Ma all'85' arriva il pareggio di Tavano. Finisce 1-1. Brutta botta per il sogno europeo
• Ventura: «Peccato per il pareggio»
• I risultati: vincono Juve e Napoli
• La classifica: Bari, -5 dall'Europa
• I cannonieri: Allegretti, terza rete
• Il prossimo turno: sabato Bari-Roma
Bari ripreso a Livorno proprio sul più bello
LIVORNO-BARI 1-1 (0-1 nel primo tempo)

LIVORNO (3-5-2): Rubinho 6.5; Knezevic 6, Rivas 5 (20' st Galante 6), Diniz 5.5; Vitale 5, Filippini A. 6 (27' pt Pulzetti 5.5), Mozart 5, Raimondi 5.5, Di Gennaro 5 (13' st Bellucci 6); Lucarelli 6, Tavano 6.5. In panchina: De Lucia, Moro, Prutsch, Danilevicius. Allenatore: Cosmi 5.5. 
BARI (4-4-2): Gillet 6; Belmonte 6, Masiello A. 6, Bonucci 6, Masiello S. 6; Alvarez 6, Gazzi 6, Donati 6, Allegretti 6 (29' st Parisi 6); Castillo 5.5 (40' st Sforzini sv), Meggiorini 6 (44' st Rivas sv). In panchina: Lamberti, De Vezze, Koman, Stellini. Allenatore: Ventura 6.
ARBITRO: Saccani di Mantova 5. 
RETI: 24' pt Allegretti, 40' st Tavano. 
NOTE: temperatura primaverile. Terreno di gioco in buone condizioni. Angoli: 7-5 per il Bari. Ammoniti: Di Gennaro, Bellucci e Vitale. Recupero: 3'; 5'.

BARI - Doveva essere la partita del riscatto, da vincere a tutti costi per restare aggrappati al treno salvezza, e invece il Livorno non va oltre l’1-1 nel match del Picchi contro il Bari. Per la squadra di Cosmi, che ha agguantato il pareggio soltanto nei minuti finali, un punto che vale a poco. Toscani sempre ultimi in classifica, lontani sette punti dalla salvezza. Se la ride (ma amaramente) il Bari, sì al suo quinto risultato utile consecutivo (11 punti su quindici a disposizione), ma costretto a rinunciare a una vittoria che avrebbe significato essere a tre punti dall'Europa.

Ritmi bassi e poca voglia di ben figurare nei primi minuti di gioco. Il Livorno risente un pò della contestazione dei propri tifosi (qualche striscione è apparso sugli spalti dell’Armando Picchi) e anche il Bari si limita al minimo indispensabile. Il più volenteroso tra i pugliesi è Alvarez, ma i suoi scatti sulla destra non producono grossi pensieri per Rubinho. Al contrario dall’altra parte Gillet deve volare per deviare in angolo una bella girata dal limite di Tavano. È la prima occasione da gol del match e arriva al 18'. Due minuti dopo Lucarelli ha tra i piedi un’occasione d’oro ma l’attaccante, solo davanti a Gillet, si fa recuperare in extremis da Bonucci. 

Nel migliore momento dei toscani, il Bari passa in vantaggio con un gol abbastanza rocambolesco: pugliesi in ripartenza e il tiro di Meggiorini viene deviato prima da un difensore livornese e poi da Allegretti, spiazzando del tutto Rubinho. Lo svantaggio taglia le gambe alla squadra di Cosmi che da qui all’intervallo non riuscirà a costruire alcuna azione pericolosa. Conseguenza normale di tutto ciò i malumori del pubblico al rientro negli spogliatoi. 

In avvio di ripresa il Bari va vicino al raddoppio ancora grazie a un’azione fortunosa: rovesciata scomposta di Rivas che spedisce il pallone sul palo alla destra di Rubinho. Al 10' giallo in area barese: contatto tra Andrea Masiello e Tavano, con l’attaccante che finisce a terra, ma Saccani vede un fallo del livornese. I minuti passano ma il Livorno non reagisce, così la rabbia dei tifosi si manifesta al 22' con un lancio di petardi che costringe Saccani a sospendere il match per poco più di un minuto. La squadra di Ventura ha gioco facile in contropiede ma al 32' Castillo, tutto solo, si fa ipnotizzare da Rubinho. 

Al 40' arriva il pareggio di Tavano, bravo a superare Gillet con un diagonale in area. A questo punto la squadra di Cosmi cerca disperatamente la vittoria (nel recupero Tavano sfiora il 2-1 e i toscani reclamano per un altro rigore non concesso) ma il cronometro è inesorabile e finisce con un pareggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400