Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 10:13

Stadio, botta e risposta sindaco di Gallipoli-club

Venneri: «La società di calcio è inadempiente per non avere sottoscritto la convenzione per l'uso dello stadio e non aver versato il canone annuale di 8mila euro. Meriterebbe lo sfratto dal "Bianco", ma il Comune non ha mai avviato tale procedura». Il direttore generale Iodice: «Ci è stato scritto che se non avessimo pagato il canone e regolarizzato la convenzione avrebbero chiuso il cancello dello stadio Bianco»
Stadio, botta e risposta sindaco di Gallipoli-club
GALLIPOLI - Continua la querelle tra Gallipoli e amministrazione comunale. «Il club è inadempiente - dice il sindaco Giuseppe Venneri - per non avere sottoscritto la convenzione per l'uso dello stadio e non aver versato il canone annuale di 8mila euro. Meriterebbe lo sfratto dal "Bianco", ma il Comune non ha mai avviato tale procedura. La situazione si trascinava dai primi di dicembre. Infine in una lettera del 25 febbraio abbiamo sollecitiamo la firma della convenzione previo pagamento del canone, salvo atti definiti "doverosi e conseguenti", ma che in ogni caso non sono stati neppure avviati».

Secondo il direttore generale Giuseppe Iodice l'ultima lettera era una diffida: «Ci è stato scritto che se non avessimo pagato il canone e regolarizzato la convenzione sarebbero stato costretti a chiudere il cancello del "Bianco"».

Nel frattempo De Pasquale realizza un sogno. Il tecnico riesce in ciò che non gli era riuscito nella stagione 1995/96, quando guidò il Casarano per una settimana fino al sabato precedente il derby di ritorno col Lecce: Corvino, esonerato Antonelli, aspettò la vigilia della gara per assumere Scorsa. «Ritrovo amici che hanno condiviso con me bellissime stagioni negli anni Settanta. Come Zanotti e Palaia». L'allenatore racconta un aneddoto: «Con Palaia iniziammo insieme. Nel luglio 1977 a bordo della stessa macchina raggiungemmo il ritiro de L'Aquila insieme a Mario Russo e Raffaele Smargiassi».

Nel frattempo la tifoseria gallipolina, che da settimane ha lanciato sulla homepage del proprio sito una raccolta fondi per una coreografia, ha fissato il raduno della carovana di auto che raggiungerà Lecce alle 13.15 davanti all'ospedale vecchio>.

[s.lop.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione