Cerca

Cras-Faenza anticipo-playoff Apprensione per il pivot Godin

I sei punti di vantaggio sulle seconde nella A1 femminile di basket non causano patemi alle ragazze dell’allenatore Ricchini, che vivranno le ultime due giornate come fossero test per migliorare i propri meccanismi in vista della corsa scudetto. Con queste sensazioni, in settimana si sta lavorando in palestra dove il tecnico piemontese sta ottenendo buone risposte dalle sue ragazze. Taranto viene dalla vittoria di Parma
Cras-Faenza anticipo-playoff Apprensione per il pivot Godin
di ANGELO LORETO

TARANTO - Sarà una sorta di allenamento quello del Cras Taranto, domenica prossima in casa, ma non per questo l’impegno di campionato sarà preso sottogamba. Perché potrebbe essere anche un anticipo di playoff.

Con questo spirito, le giocatrici rossoblù domenica al PalaMazzola alle ore 18 affronteranno il Basket Atletico Faenza già certe della leadership in classifica, quando mancano solamente due giornate alla fine della regular season.

I sei punti di vantaggio sulle seconde non causano patemi alle ragazze dell’allenatore Roberto Ricchini, che vivranno le ultime due giornate come fossero test per migliorare i propri meccanismi in vista della corsa scudetto. Con queste sensazioni, in settimana si sta lavorando in palestra dove il tecnico piemontese sta ottenendo buone risposte dalle sue ragazze. Taranto viene dalla vittoria di Parma, ma la sfida con la formazione emiliana, che nella passata stagione fu eliminata dalle cestiste pugliesi dopo una semifinale-scudetto al batticuore, rappresenta un banco di prova sulla strada dei giochi-promozione. La formazione allenata da Paolo Rossi, infatti, lotta parallelamente a Schio per ottenere il prezioso secondo posto in classifica.

In casa Cras le uniche apprensioni arrivano dal pivot francese Elodie Godin. La giocatrice è tenuta sotto osservazione dallo staff medico per noie alla schiena, ma non dovrebbe trattarsi di nulla di grave. Probabile quindi che domenica Ricchini la possa tenere a riposo precauzionale.

Sono invece tutte arruolabili le altre compagne che, sebbene il primo posto sia ormai assicurato, hanno l'obbligo di difendere un ruolino di marcia che in campionato conta diciannove successi in venti partite di un torneo che, rispetto a quello dell’annata passata che fruttò il tricolore, si gioca con dodici squadre anzicché quattordici per la rinuncia delle matricole in estate promosse in A1.

Anche riuscire a chiudere la fase regolare con una sola sconfitta in 22 gare sarebbe un bel traguardo. I biglietti per il match sono in prevendita presso la sede societaria al PalaMazzola, ingresso via Venezia. Info: 099-7797246.

LA NAZIONALE E I BABY DEL CRASLunedì e martedì prossimi, il settore giovanile femminile del Cras sarà sotto osservazione del settore tecnico squadre nazionali. Il club ha infatti aderito a questo progetto presentato in estate a tutte le società femminili. Quindi sarà presente a Taranto il tecnico dell´Italia under 20, l´ex rossoblù Nino Molino, al fine di osservare i miglioramenti effettuati dai gruppi junior del Cras. «Si tratta di una bella occasione di arricchimento per le nostre atlete e per noi dello staff tecnico giovanile - dice il responsabile tecnico del settore giovanile del Cras, Fabio Palagiano -. Ringrazio la mia società, che ancora una volta dimostra di tenere in considerazione il lavoro che svolgiamo quotidianamente con le piccole atlete».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400