Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 13:49

Colpo a Roma Lazio-Bari 0-2

Nella ventottesima giornata della serie A di calcio, i biancorossi vincono in trasferta dopo cinque mesi. Dopo un primo tempo senza occasioni, Almiron (terza rete stagionale) sblocca al 51'. Poi un contropiede fulminante porta Alvarez al raddoppio al 64'. Gillet para (77') un rigore a Kolarov
• Ventura: «Possiamo sognare l'Europa»
Colpo a Roma Lazio-Bari 0-2
LAZIO-BARI 0-2 (0-0 nel primo tempo)

LAZIO (3-5-2): Muslera 5; Siviglia 5.5 (17'st Cruz 6), Stendardo 5.5, Radu 6; Brocchi 6, Ledesma 5, Matuzalem 5 (37'pt Hitzlsperger 5; 24'st Mauri 5.5), Firmani 5.5, Kolarov 5; Floccari 6, Rocchi 5.5. In panchina: Berni, Biava, Dias, Lichsteiner. Allenatore: Reja 5. 
BARI (4-4-2): Gillet 7; Belmonte 6.5 (42'st Stellini sv), A. Masiello 6.5, Bonucci 6.5, E. Masiello 6; Alvarez 6.5, Donati 7, Almiron 6.5 (15'st Gazzi 6), Allegretti 6; Castillo 5.5, Meggiorini 6.5 (38'st Sforzini sv). In panchina: Lamberti, Parisi, De Vezze, Kamata. Allenatore: Ventura 7.
ARBITRO: Rizzoli di Bologna 6.5. 
RETI: 6'st Almiron, 19'st Alvarez. 
NOTE: pomeriggio sereno, terreno in buone condizioni, spettatori 35.000. Ammoniti: Firmani, Almiron, Radu, Stellini. Angoli: 6-2 per la Lazio. Recupero: 3', 5'. Al 32' Gillet para in due tempi un rigore a Kolarov.

ROMA – E adesso, per la Lazio, si fa davvero dura. Il Bari passa per 2-0 all’Olimpico e archivia la pratica salvezza con merito ed anticipo, mettendo nei guai proprio i biancocelesti, incapaci di pungere e di riaprire, con un rigore di Kolarov, il discorso nelle battute conclusive. Le reti, nella ripresa, portano la firma di Almiron (che papera Muslera) ed Alvarez, un uno-due confezionato in 14 minuti che mette al tappeto una Lazio sempre più in basso. 

Con Zarate squalificato e in curva a fare il tifo ed una lunga lista di indisponibili (Foggia, Baronia, Dabo, Diakite e Meghni su tutti), Reja disegna un 3-5-2 togliendo Mauri per un centrocampista in più (Firmani) e affidando le chiavi dell’attacco al duo Floccari-Rocchi. Anche Ventura lamenta assenze di peso (Barreto, Langella, Kutuzov e Ranocchia tanto per citarne qualcuno) ma non per questo ha in mente un assetto rinunciatario, chiedendo ad Almiron di costruire e a Meggiorini e Castillo di finalizzare. 

Come da copione, è la Lazio a fare la partita, anche se per tutto il primo tempo non sarà particolarmente insidiosa. Colpa della mancanza di ritmo del rientrante Matuzalem, tolto dopo 37' per Hizslperger, autore nel recupero dell’unico tiro nello specchio che chiama in causa Gillet. E dell’apatia di Ledesma, che non riesce a sfoderare giocate e personalità dei tempi migliori. La Lazio pressa, spinge sull'out con Kolarov (bello il duello con Belmonte) ma il match non decolla.

Lazio arrembante ad inizio ripresa, con Floccari che, servito da Rocchi, impegna in presa Gillet. Ma sono i pugliesi ad andare in vantaggio al 6': Muslera esce malamente su una punizione dalla destra, la palla finisce sui piedi di Almiron che ringrazia segnando lo 0-1. Dagli spalti riprende la contestazione a Lotito, Floccari al 14' conclude centralmente una bella azione personale ma è ancora il Bari, al 19' a colpire con la sua arma migliore, il contropiede. Meggiorini imbecca Alvarez, che si invola per evitare Muslera e deporre in rete. 

Reja, che già aveva messo dentro Cruz, gioca anche la carta Mauri ed è proprio l’argentino, al 32', a guardagnarsi un rigore. Donati lo strattona in area, Rizzoli non se ne accorge ma il suo collaboratore Liberti rimedia. Kolarov si incarica della trasformazione ma Gillet para in due tempi. Il portiere belga evita il peggio anche al 37', quando compie un mezzo miracolo su Cruz. Ed è decisivo ogni volta che viene chiamato in causa. La Lazio sbanda ogni volta che i biancorossi avanzano e, anche nel lungo recupero, non incide. Contestazione dell’Olimpico e la serie B che ora incombe davvero.

Cronaca della partita

• I risultati: pareggiano Siena e Livorno
• La classifica: Bari, +14 sulla terz'ultima
• I cannonieri: anche Alvarez a quota tre
• Il prossimo turno: Bari-Parma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione