Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 12:28

Il Bari si affida a Carboni, aspettando la B

I biancorossi ripartono dal 41enne tecnico aretino, reduce da un brillante campionato in C1 con la Viterbese (ha sfiorato la promozione) e da Fausto Pari, il direttore sportivo romagnolo. Entrambi sono stati presentati alla stampa ed ai tifosi dal presidente Vincenzo Matarrese, sempre più deciso a far valere le ragion del club circa il ripescaggio
Presentazione Carboni e PariBARI - Il Bari riparte da Guido Carboni e Fausto Pari. Il 41enne tecnico aretino, reduce da un brillante campionato con la Viterbese (ha sfiorato la promozione in B), ed il 41enne direttore sportivo romagnolo sono stati presentati alla stampa ed ai tifosi dal presidente Vincenzo Matarrese. Proprio il patron del Bari ha approfittato della circostanza per reclamare ad alta voce la speranza del ripescaggio in B del suo club. «Sono ancora qui perché la speranza è l'ultima a morire - ha detto Matarrese -. Già, spero sempre che il Bari giochi nel campionato che più gli compete. Una cosa è certa: se rispettano le regole, noi non retrocederemo in C. Io non faccio pubblicità per le strade, come qualche mio collega (facile intuire il riferimento a Gaucci, ndr). Ho solo fiducia che il mio Bari non scenda in C. Esigo che le regole siano rispettate. Ebbene, a mezzanotte di lunedì sono scaduti i termini per la presentazione delle credenziali necessarie per l'iscrizione al prossimo campionato. Se qualche società non le ha potute rispettare, è giusto che si prendano gli opportuni provvedimenti. Non credo proprio che la FIGC possa cambiare le regole in corso».
Fausto PariIn quanto ai suoi nuovi compagni di percorso, Matarrese è stato prodigo di incoraggiamenti: «Sono giovani, ambiziosi e hanno voglia di vincere. Mi auguro di aver scelto bene con Pari e Carboni. Vorrei aprire con loro un ciclo duraturo. Veniamo da quattro anni tristi. Io ed i miei tifosi vogliamo tornare a gioire per il Bari». Guido Carboni si è legato al club biancorosso fino al prossimo 30 giugno. «Ho firmato per un solo anno di contratto - ha spiegato - perché considero Bari un punto di partenza, non certo di arrivo. Mi gioco una carta importante, consapevole di essere approdato in una piazza esigente e smaniosa di riscatto. Ebbene, non faccio proclami. Preferisco parlare con i fatti. Voglio una squadra ricca di gente motivata, orgogliosa di indossare la maglia del Bari. Sarebbe meglio giocare in B, è chiaro. In tal caso, dovremmo far tesoro della lezione subita l'anno scorso e ripartire con umiltà. In serie C, invece, il Bari potrebbe avere un solo obiettivo: vincere. Ma, attenzione, il campionato andrebbe affrontato con la mentalità dei combattenti. Altrimenti in C si fa presto a rimediare figuracce».
Previsto un repulisti pressoché radicale della squadra della scorsa stagione. Tanto lavoro, insomma, per il nuovo ds Fausto Pari. Unitamente a Carboni, il Bari ha ingaggiato i suoi due più stretti collaboratori: il vice Stefano Mobili ed il preparatore atletico, Marco Falasca. La preparazione estiva avrà inizio domenica prossima a Mezzano di Primiero, in Trentino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione