Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 18:35

Bari in caduta libera è travolto a Catania

Cronaca della partita 
Nel 26° turno della serie A di calcio, perde 4-0. Siciliani in vantaggio già al 4' con Ricchiuti. Poi, nel momento migliore dei pugliesi arriva il raddoppio di Llama (40'). Nella ripresa, Bari volitivo ma inefficace (rigore sbagliato da Barreto al 64'). Chiudono Morimoto (81') e Martinez (92')
• Le partite: spareggio Livorno-Siena
• La classifica: Bari, calo pericoloso
• I cannonieri: Barreto fermo a quota 11
• Il prossimo turno: Bari-Chievo
Bari in caduta libera è travolto a Catania
CATANIA-BARI 4-0 (2-0 nel primo tempo)

CATANIA (4-3-3) Andujar 6; P.Alvarez 6, Silvestre 6, Terlizzi 6 (36' st Augustyn sv), Capuano 6; Izco 6, Biagianti 6, Ricchiuti 6.5 (14' st Delvecchio 6); Martinez 6.5, Lopez 6 (26' st Morimoto sv), Llama 6.5. In panchina: Kosicky, Potenza, Ledesma, Bellusci. Allenatore: Mihajlovic 6. 
BARI (4-4-2): Gillet 6; Belmonte 5.5, A. Masiello 6, Bonucci, S 5.5. Masiello 6; E.Alvarez 6 (35' st Sestu sv), Gazzi 6 (32' st Donati sv), Almiron 5.5, Koman 5 (1' st Rivas); Castillo 5.5, Barreto 5.5 In panchina: Lamberti, Stellini, Diamoutene, Meggiorini. Allenatore: Ventura 6.
ARBITRO: Peruzzo di Schio 6. 
RETI: 4' Ricchiuti, 4' pt Llama, 36' Morimoto,46' st Martinez. 
NOTE: Serata serena, terreno in buone condizioni. Spettatori: 19 mila. Angoli: 5-1 per il Bari. Espulso: 23 st il presidente del Catania Antonino Pulvirenti. Ammoniti: Alvarez. Maxi Lopez, Almiron, Masiello. Recupero: 1'; 4' st. Al 19' del secondo tempo Barreto sbaglia un rigore centrando il palo.

CATANIA – Il Catania torna a vincere al «Massimino» e rifila al Bari la quarta sconfitta consecutiva (4-0). Etnei spietati, aggressivi e anche bravi e fortunati a saper sfruttare le occasioni. Continua invece la parabola discendente del Bari, che sul piano del gioco non demerita, pur non essendo brillante come nei tempi migliori. Barreto, non in giornata di grazia, sbaglia parecchie cose, compreso un rigore. 

Mihajlovic deve rinunciare a Spolli; in difesa gioca Terlizzi. A centrocampo non recupera Carboni, al posto dell’argentino giova Biagianti e a completare il reparto è Ricchiuti; in avanti il trio Martinez, Lopez e Llama. Ventura, fresco di rinnovo contrattuale, ripropone Castillo e Almiron dall’inizio. Koman la spunta su Rivas come esterno sinistro di centrocampo. 

Buon inizio del Catania che mette in mostra un pressing piuttosto alto. Già dopo pochi secondi Gillet è costretto al rinvio di piede, in uscita, dopo un retropassaggio rischioso. E al 4' gli etnei sbloccano il risultato con una gran conclusione rasoterra forte e potente da fuori che si infila nell’angolino alla sinistra di Gillet. 

Il Bari è in difficoltà e il Catania è ancora pericoloso al 9' con una bella azione corale tutta di prima sprecata da Martinez con un destro largo da posizione defilata. I pugliesi accennano una reazione e al 24' sfiorano il Bari con Barreto che elude il fuorigioco e si viene a trovare da solo davanti al portiere, Andujar è bravo ad opporsi con i piedi. 

Cresce con il passare dei minuti la formazione di Ventura e gioca con maggiore scioltezza rispetto alle prime fasi. Al 32' torna a farsi minaccioso il Catania con Martinez che calcia largo da ottima posizione dopo una bella progressione centrale di Llama. Al 40' il raddoppio: Llama avanza in contropiede (2 contro 5), arriva al limite dell’area e col sinistro infila Gillet sul secondo palo. 

Barreto prova a rialzare i suoi e al 43' dopo un dribbling in area conclude con il destro di poco fuori. Poco dopo altra conclusione di Barreto, questa volta un pò troppo debole. Il primo tempo si chiude 2-0. 

Ad inizio ripresa Ventura presenta la novità Rivas al posto di Koman. Al 2' punizione di Alvarez da destra e dopo alcuni rimpalli in area Castillo prova una semi-rovesciata che non trova la fortuna sperata. 

Il Bari fatica a trovare la spinta giusta e il Catania gestisce senza troppo soffrire. Al 5' punizione di Almiron e colpo di testa ancora di Castillo che finisce alta. Al 14' nel Catania Delvecchio prende il posto di Ricchiuti. Al 19' rigore per il Bari per un tocco col braccio di Capuano su traversone di Rivas da destra; dal dischetto Barreto colpisce in pieno il palo alla sinistra del portiere. 

Al 25' destro insidioso del solito Barreto, Andujar para in angolo. Al 26' dentro Morimoto per Lopez. Altri cambi con Donati e Sestu nel Bari al posto di Gazzi e Alvarez, mentre nel Catania Augustyn al posto di Terlizzi. Al 36' il terzo gol del Catania: penetrazione di Izco, assist in area Mper orimoto che da destra batte Gillet con un rasoterra sul secondo palo. Poco dopo Castillo spara alto a centroarea una ghiotta occasione per accorciare le distanze.

Al 46' arriva invece il quarto gol del Catania: azione personale di Martinez che salta Andrea Masiello e Bonucci, entra in area e mette il pallone alle spalle di Gillet. Poco dopo Izco ha la possibilita di fare il quinto gol ma spara alto dopo essere entrato in area da destra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione