Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 06:03

È un Taranto senza misteri Squadra fatta per Giulianova

Non ha veli la formazione che scenderà in campo per tentare di riuscire finalmente ad entrare nella preziosa zona playoff di Prima Divisione di calcio. Sarà lo stesso Taranto che ha sconfitto il Pescina allo Iacovone con due variazioni: rientreranno in squadra Scarpa e Giorgino per aver smaltito il turno di squalifica al posto di Crovetto e Rajcic. Dellisanti si affiderà a chi ha inanellato il maggior numero di presenze
• Foggia, Ugolotti spera in Millesi
• Potenza, Murati si candida
È un Taranto senza misteri Squadra fatta per Giulianova
di Giuseppe Dimito

TARANTO - Non ha veli la formazione che dopodomani scenderà in campo a Giulianova per tentare di riuscire finalmente ad entrare nella preziosa zona playoff. Questo è emerso al termine dell'amichevole disputata ieri pomeriggio a Maruggio, formazione di Promozione. Sarà lo stesso Taranto che ha sconfitto il Pescina allo Iacovone domenica scorsa con due variazioni: rientreranno in squadra Scarpa e Giorgino per aver smaltito il turno di squalifica al posto di Crovetto e Rajcic. Il test è terminato 5-1 per i rossoblù con reti di Scarpa, Corona, Ferraro, Crovetto e Cortese. Per i padroni di casa ha realizzato Pignatale. Dellisanti si affiderà, dunque, a coloro che hanno inanellato il maggior numero di presenze.

Dice Totò Bertuccelli, allenatore in seconda, a fine gara: «Giulianova-Taranto ha un sottotitolo: gioventù contro esperienza. Gli abruzzesi vantano una squadra con l'età media decisamente molto bassa. Noi, viceversa, siamo forniti di gente che sa leggere molto bene le situazioni, che sa quando e come attaccare, che ha una difesa solida e compatta. Loro cercano i punti per allontanarsi dalla zona playout. Noi vogliamo far parte della zona alta della classifica».

La prova degli jonici nel test di ieri è stata positiva. A differenza di quanto avvenne giovedì scorso a Mottola, questa volta le gambe hanno funzionato. Bertuccelli torna per un attimo sulla prestazione di domenica scorsa: «I primi dieci minuti giocati così e così sono dovuti alle due settimane di duro lavoro atletico ed alla tattica estremamente difensiva degli ospiti. Vi ricordo che per giocare bene al calcio, occorrono entrambe le squadre».

Il trainer indica, altresì, la maniera con la quale puntare a disarcionare la difesa di casa: «Dovremo cercare di creare superiorità numerica a centrocampo abbassando gli esterni nella fase difensiva. In tal maniera bloccheremo le iniziative dei padroni di casa, creando i presupposti per ripartire».

Russo, a trequarti gara del primo tempo, ha sostituito Di Roberto. «Con le sue doti tecniche è capace di sconvolgere i piani difensivi avversari e di offrirci varie soluzioni per la fase offensiva».

Il Casm ha deciso: trasferta vietata ai tifosi foggiani per il derby allo Iacovone del 7 marzo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione