Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 08:41

Calcio - Respinta l'iscrizione del Napoli, Bari spera

Confermato ii rigetto da parte della Figc del fitto del ramo d'azienda che il patron del Perugia, Luciano Gaucci, ha provato ad ottenere per amministrare la società partenopea. Annunciato il ricorso. Il club di Matarrese sarebbe il primo a essere ripescato in caso di mancata iscrizione di un club
ROMA - La Federcalcio ha respinto la richiesta della Napoli sportiva di iscrizione alla serie B in sostituzione della ss Napoli. La Figc ha preso questa decisione ascoltando il parere pro veritate di un esperto commercialista, il prof. Angelici.
Dunque, confermata l'ipotesi di rigetto circa il fitto del ramo d'azienda che il patron del Perugia, Luciano Gaucci, ha provato ad ottenere per amministrare il Napoli. Lo stesso Gaucci, appresa la notizia, ha dichiarato che è convinto ad andare avanti per questa strada è ha annunciato che provvederà legalmente a fare ricorso. Di fatti l'avvocato Serao è già al lavoro per trovare una nuova soluzione.
Il fax con il quale la Figc ha bocciato la richiesta presentata da Gaucci è composto da un foglio di accompagnamento firmato dal presidente della Federazione, Franco Carraro e da tre pagine di un parere giuridico del professor Franco Angelici, preside della facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Roma La Sapienza.
Gaucci aveva presentato una richiesta di fitto di ramo d'azienda per salvare il Napoli dal fallimento. Con questa iniziativa, in particolare, si proponeva il fitto per il prossimo quinquennio ad una cifra di 5 milioni di euro a stagione con una maxi rata finale di 21 milioni per l'acquisto definitivo. In questo modo Gaucci avrebbe potuto gestire il club azzurro senza la zavorra dei 67 milioni di euro di debiti che hanno portato all'uscita dal club azzurro di Salvatore Naldi.
I legali di Gaucci hanno già predisposto le contromisure pronti a ricorrere al Tar. Intanto è in corso in queste ore a Milano un incontro tra l'avvocato Giovanni Bruno, legale di Gaucci, ed i procuratori dei giocatori azzurri che, avanzando otto mensilità arretrate dalla società napoletana, non hanno ancora firmato le liberatorie necessarie al club partenopeo per l'iscrizione al prossimo campionato.
Il Bari, che ha perso lo spareggio per la permanenza contro il Venezia, sarebbe il primo a essere ripescato in caso di mancata iscrizione di un club.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione