Cerca

Bari e Ventura avanti insieme

Contratto anche per la stagione 2010-2011. Previsto un ulteriore allungamento al 2012 in caso di salvezza nella serie A di calcio. Il tecnico: «Sono molto contento che la famiglia Matarrese mi stia concedendo la possibilità di proseguire. La gente qui mi ha riversato addosso quintali di affetto, una cosa del genere non mi era successa neppure dove ho vinto»
• Meggiorini disponibile per Catania
Bari e Ventura avanti insieme
di Fabrizio Nitti

BARI - Giampiero Ventura ha rinnovato il contratto con il Bari. Il tecnico ha firmato per un’altra stagione, con la possibilità di allungare ulteriormente l’accordo alla stagione 2011-2012 in caso di salvezza nel 2010-2011. Una notizia che serve anche a lanciare un messaggio di serenità all’ambiente, un po’ ammaccato dopo le tre sconfitte consecutive fatte registrare dai biancorossi. Ventura, quindi, ha la concreta possibilità di avviare un ciclo qui in Puglia, dove è sbarcato nell’estate scorsa per raccogliere l’eredità di Conte e dare il via all’anno zero, come ribattezzato dal tecnico questo campionato. Nella rincorsa alla salvezza, nella quale comunque il Bari parte da una posizione di buona tranquillità sulla scorta di un patrimonio di 32 punti (le altre cosa dovrebbero dire...?), è una notizia che non può che puntellare il già ottimo rapporto del tecnico genovese con la tifoseria barese.

La conferma, in verità, era già nell’aria. Fu Perinetti, più o meno un mese fa, a lasciare intendere che fra l’allenatore e la società la storia si sarebbe prolungata.

«Diciamo che era già in preventivo - racconta Ventura - ma la società ha voluto anticipare i tempi e rendere ufficiale il tutto. Il che non può che farmi piacere, significa che il lavoro svolto fino a questo momento è stato un buon lavoro. L’ipotesi di allungare di un altro anno ancora è ovviamente legata ai risultati, come sempre poi accade nel calcio. Adesso, comunque, concentriamoci su questo finale di stagione, pensiamo a tagliare il traguardo».

Non è una novità, fra Ventura e Matarrese il feeling è scoppiato quasi subito. Rinsaldato poi dai risultati messi assieme dal tecnico e dal gioco proposto dalla squadra, soprattutto prima che la lunga serie di infortuni finisse con il minare alcune sicurezze.

«Sono molto contento che la famiglia Matarrese mi stia concedendo la possibilità di proseguire la mia avventura qui a Bari - continua il tecnico -. Sono molto legato al presidente, il mio rapporto con lui e più in generale con la famiglia è ottimo. Come è straordinario il rapporto con la città: la gente qui mi ha riversato addosso quintali di affetto, una cosa del genere non mi era successa neppure dove ho vinto campionati. Con i baresi sono in debito».

Sull’argomento è intervenuto il direttore sportivo Giorgio Perinetti: «Abbiamo voluto dare un segnale in un momento particolare. La classifica e il gioco espresso fino ad ora, dimostrano le capacità del tecnico. L’intesa era nell’aria e l’avevamo già raggiunta da tempo, averla ufficializzata dimostra che si vuole programmare per tempo il futuro. In questo senso è importante la clausola 2012 perchè vuol dire che si tratta di una programmazione a più ampio respiro. La questione economica non è una parte importante, ma qualcosa gli è stata riconosciuta. Ed anche sotto questo aspetto eravamo già d’accordo. Reputo il nuovo accordo con Ventura un fatto importante anche per quanto riguarda il sottoscritto. Ma adesso abbiamo altri problemi, dobbiamo salvarci. Una volta tranquilli, affronteremo tutti gli altri discorsi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400