Cerca

Calcio - Finiti gli Europei, è la volta della Coppa America

Prende il via in Perù la 41esima edizione. Si affronteranno fino alla finale del 25 luglio le dodici migliori selezioni. Favoriti Brasile e Argentina. Mancheranno molte stelle. Gara d'apertura tra Venezuela e Colombia alle 19,30 ora locale (le 00,30 di mercoledì in Italia, diretta su SportItalia)
LIMA - Prende il via domani in Perù la 41esima edizione della Coppa America, torneo nel quale si affronteranno, fino alla finale del 25 luglio, le dodici migliori selezioni nazionali del continente americano.
Tra i principali favoriti della vigilia, ovviamente Brasile e Argentina, con quest'ultima nazionale che mostrerà certamente una maggiore aggressività perchè la panchina del tecnico Marcelo Bielsa è sempre più a rischio, mentre non si scarta un ruolo rilevante del Perù, come squadra di casa, nonché del Messico con tanta voglia di imporsi e, come sorpresa, il Venezuela che si è qualificata con un gioco convincente. Il match d'esordio si giocherà a Lima proprio tra il Venezuela e la Colombia, ed il fischio d'inizio è previsto per le 19,30 ora locale (le 00,30 in Italia).
Alla prima fase della competizione partecipano 12 squadre divise in tre gironi: Perù, Venezuela, Colombia (vincitrice dell'edizione del 2001) e Bolivia per il gruppo A; Argentina, Ecuador, Messico e Uruguay per il gruppo B; Brasile, Cile, Costa Rica e Paraguay per il gruppo C.
Ai quarti di finale, in programma il 17 e il 18 luglio, accedono le due squadre prime classificate di ogni girone, più le due migliori terze.
Le semifinale si disputeranno il 20 e il 21 luglio, mentre il 25 si giocherà la partita conclusiva, che assegnerà il trofeo.
Nell'albo d'oro della Coppa America, l'Argentina è la squadra che con 15 allori ha vinto di più - anche se il successo più recente risale al 1993 -, seguita dall'Uruguay con 13 titoli. Solo terzo il Brasile, fermo a 6 trofei, l'ultimo dei quali conquistato nel 1999.
Sono passati quasi trent'anni, invece, dall'ultima vittoria del Perù, datata 1975. Solo in un'altra occasione, l'undici peruviano era riuscito a conquistare il titolo: era il 1939 e, proprio in casa, batteva in finale il favorito Uruguay, aggiudicandosi la 25ma edizione della Coppa America. La Colombia, vincitrice nel 2001, metterà in palio il proprio titolo in un torneo che registra l'assenza dei giocatori più rappresentativi.
I grandi campioni che giocano in Europa hanno infatti privilegiato i propri club. Il Brasile si presenta con un solo campione del mondo (Kleberson), l'Argentina giocherà senza Pablo Aimar e Walter Samuel e la Colombia senza Mario Yepes. Nonostante le importanti defezioni il selezionatore della Nazionale brasiliana, Carlos Alberto Perreira, si presenta ottimista alla vigilia: «Penso di avere una buona squadra, capace di conquistare il titolo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400