Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 18:35

Ciclismo - Un norvegese maglia gialla al Tour

In un colpo solo, la Fassa Bortolo ha perso volata (la seconda, è una novità nelle ultime due stagioni) e leadership: la seconda tappa ha visto trionfare l'australiano Mc Ewen, mentre e Hushvod, secondo, è primo in classifica grazie agli abbuoni. Petacchi ancora ottavo. Cipollini decimo
NAMUR - Un australiano ed un norvegese mettono in crisi Alessandro Petacchi e la Fassa Bortolo. In un colpo solo, la squadra di Ferretti ha perso volata (la seconda, è una novità nelle ultime due stagioni) e maglia gialla dopo l'arrivo belga di Namur, capitale della Vallonia, che ha visto trionfare Robbie Mc Ewen, primo sul traguardo, e Thor Hushvod, secondo in volata ma nuova maglia gialla grazie agli abbuoni. Per Petacchi ancora un ottavo posto dopo quello di ieri malgrado l'ottimo lavoro della squadra, Cancellara in testa, puntuale a mettersi in testa ai 2,5 km dall'arrivo. Ma tutto ciò non è servito a vincere la tappa né a mantenere la maglia gialla. E Ferretti dovrà meditare. La parte finale della corsa, gli ultimi 300 metri, dopo una curva, sono stati caratterizzati dalla caduta di Arvesen e Casper, con Mc Ewen abile a sgattaiolare e vincere (quarta vittoria al Tour per lui) quasi per distacco dopo il piazzamento di ieri dietro a Kirsipuu, oggi quinto.
Si tratta della settima vittoria stagionale per il corridore della Lotto, che ha anche «marcato» al Giro ed al Giro di Svizzera (due volte). In una volata strana come quella di oggi, però, colpisce positivamente la decima posizione di Mario Cipollini, che è apparso in buone condizioni dopo la caduta di ieri e si è timidamente affacciato tentando la volata. Ma a sorridere più di tutti è certamente il biondo norvegese della Credite Agricole Thor Hushovd che ha cercato la maglia gialla fin dal prologo ed oggi ha coronato il suo sogno, sottolineato dai complimenti di Alberto II, re del Belgio. La tappa, che ha sconfinato in Francia (per 49 km) prima di tornare e concludersi ancora in Belgio, si è dipanata grazie alla fuga di sei corridori, andati via dal gruppo dopo 10 km. Proprio dopo che Paolo Bettini era riuscito a transitare per primo sul Gpm di Bruineput, consolidando la sua leadership nella classifica della maglia a pois. Piil, Pineau, Lang, Edelaine, Scanlon e Mengin vanno via riuscendo ad accumulare un vantaggio che ha toccato anche i 5'.
Le squadre, in testa al gruppo, hanno lasciato fare; poi, Quick Step e Credite Agricole su tutte, ma anche la Fassa, hanno organizzato la rincorsa che si è concretizzata a 20 km dalla conclusione con il riassorbimento dei sei che sono stati in fuga per 164 km. Poco prima, il forte vento trasversale ha causato la caduta di Fagnini e Peron. Per il primo, gregario di Cipollini alla Domina, clavicola sinistra fratturata e ritiro obbligato; il portacolori della Csc, invece, è riuscito a rialzarsi e riprendere regolarmente con il gruppo rimanendo ancora il primo italiano nella classifica generale. Domani si torna definitivamente in Francia, con la terza tappa da Waterloo a Wasquehal, tappa piatta adatta ancora ai velocisti pur essendoci dei tratti di pavé.

Questo l'ordine d'arrivo della seconda tappa del Tour de France 2004, con arrivo a Namur

1. Robbie Mc Ewen (Aus) 4h18'39"
2. Thor Hushovd (Nor) s.t.
3. Jean Patrick Nazon (Fra) s.t.
4. Danilo Hondo (Ger) s.t.
5. Stuart O'Grady (Aus) s.t.
6. Jan Kirsipuu (Est) s.t.
7. Erik Zabel (Ger) s.t.
8. ALESSANDRO PETACCHI (ITA) s.t.
9. Gerrit Glomser (Aut) s.t.
10. MARIO CIPOLLINI (ITA) s.t.

Questa la classifica generale del Tour de France dopo la seconda tappa

1. Thor Hushovd (Nor) 9h05'42"
2. Fabian Cancellara (Svi) a 8"
3. Robbie Mc Ewen (Aus) a 17"
4. Lance Armstrong (Usa) a 18"
5. Jens Voigt (Ger) a 23"
6. Josè Ivan Gutierrez (Spa) a 24"
7. Oscar Pereiro Sio (Spa) a 27"
8. Christophe Moreau (Fra) a 28"
9. Bobby Julich (Usa) s.t.
10. George Hincapie (Usa) s.t.

22. ANDREA PERON (ITA) a 35"
39. MARIO CIPOLLINI (ITA) a 39"
46. MICHELE SCARPONI (ITA) a 40"
64. ALESSANDRO PETACCHI (ITA) a 44"
73. IVAN BASSO (ITA) a 45"
138. GILBERTO SIMONI (ITA) a 58"

MAGLIA VERDE: Hushovd (Nor)
MAGLIA A POIS: BETTINI (ITA)
MAGLIA BIANCA: Cancellara (Svi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione