Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 15:52

Brindisi davvero straordinario piega la capolista a Sassari

L'anima dell'Enel volteggia grazie ad una vittoria (75-84) che potrebbe voler dire moltissimo nella LegaDue di basket maschile, poiché permette di avere la speranza di poter conquistare quella promozione diretta fin troppo sognata; così mentre Perdichizzi manovrava a dovere la sua squadra, i sardi lasciavano che fossero i brindisini a prendere il largo. Le speranze che il BancoSardegna possa fare campionato a sè sono ridotte al minimo
Brindisi davvero straordinario piega la capolista a Sassari
BancoSardegna-Enel Brindisi 75-84 

BancoSardegna: Kemp 21 (7/14, 2/5), Rowe 28 (5/7, 4/10), Vanuzzo 2 (1/1, 0/4), Devecchi 6 (0/1, 2/5), Conti, Baldassarre 2 (1/1), Manca 3 (1/1), Binetti 3 (1/3), Hubalek 10 (0/3, 2/5), Colombo n.e. All. Sacchetti
Enel Brindisi: Bryan 18 (7/8), Thomas 23 (8/15, 1/1), Crispin 2 (1/1, 0/8), Pinton 5 (1/1, 1/3), Radulovic 8 (1/2, 1/6), Cardinali 10 (3/5 da 3), Infante 9 (2/4, 1/2), Maresca 9 (3/4, 1/4), Malagoli n.e., Coviello n.e. All. Perdichizzi
Arbitri: Pascotto, Perretti, Ciano
Note: tiri liberi BancoSardegna 13/17, Enel 14/19. Rimbalzi BancoSardegna 26, Enel 36; tiri da 2 BancoSardegna 16/31, Enel 23/35; tiri da tre BancoSardegna 10/29; Enel 8/29.

BRINDISI - L'anima dell'Enel Basket volteggia sul parquet di Sassari grazie ad una vittoria che potrebbe voler dire moltissimo in LegaDue, poichè già oggi conquista una bella speranza di poter conquistare quella promozione diretta fin troppo sognata; così mentre Perdichizzi manovrava a dovere la sua squadra, i sardi lasciavano che fossero i brindisini a prendere il largo. Forse non è proprio finita, ma certo le speranze che il BancoSardegna possa fare campionato a sè sono ridotte al minimo; buon per l’Enel Basket perché la spinta di una vittoria contro l’attuale ancora capolista può sicuramente aver ricucito tutto in una squadra che, ieri sera, non ha mai trovato lo slancio da parte di Joe Crispin come realizzatore; ma che ha trovato un Silvere Bryan stratosferico, che ha avuto punti (23) da Thomas, ma, soprattutto, si è ritrovata nel momento in cui Mauro Pinton è sceso in campo, assieme al suo capitano, Michele Cardinali, per scavare ancora più profondo il solco sul punteggio. Le amarezze, i rimpianti e le recriminazioni che pure possono trovare ancora ragione d’essere per la gara persa contro l’Assigeco, ieri sera hanno lasciato spazio alla soddisfazione per aver giocato una gara a dir poco perfetta, soprattutto in chiave difensiva; tanto quanto lo è stata importante anche nella lotta ai rimbalzi dove Bryan e Thomas ne hanno arpionati ben 18, senza trascurare i 5 difensivi di Luca Infante.

Sul «dieci» che ha snellito la gestione di questa partita chiave vinta con molta sagacia tattica, oltre che perfettamente giostrata da coach Perdichizzi, solo consensi da parte di tutti. Sassari non ha potuto far altro che allargare le sue braccia stringendo la formazione che l’aveva battuta all’andata e che si è ripetuta anche ieri sera. Ora Perdichizzi potrà provare a capire cosa passa nella testa di questi giocatori capaci di travolgere anche sul piano atletico i banchieri sardi, che fino a ieri sera non avevano mai conosciuto l’onta della sconfitta al cospetto del loro pubblico. È fin troppo giusto che adesso il coach siciliano si goda i suoi assi.

Le cose si mettono bene già nel primo quarto con i biancazzurri in grado di pareggiare il conto (28-28) con un tiro da tre di Infante, ma, come sempre succede, se guardi oltre la siepe della presunta ricchezza magari trovi qualcosa: entrano i tiri di Cardinali, Thomas, Bryan, Maresca e Pinton e da incudine diventi martello (40-49). L'Enel torna ai ragazzi d'oro. Dopo il riposo lungo gli uomini di Perdichizzi macinano gioco e canestri, Brindisi è un falco, i recuperi e le invenzioni di Thomas, Maresca e Cardinali danno respiro mentre Crispin (cosa gli succede?) resta un corpo estraneo. Nel quarto tempo Brindisi non cade più nell’errore commesso sette giorni prima: addomestica il gioco e vince. Ah, se lo avesse fatto anche contro l’Assigeco!

Franco De Simone

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione