Cerca

Taranto in emergenza Quadri forse dà forfait

Il virus dell’influenza falcidia gli ionici alla vigilia della trasferta di Reggio Emilia nella Prima Divisione di calcio. Ieri ben cinque giocatori hanno dichiarato «forfait». Sono Bolzan, Crovetto, Quadri, Taulo e Cuneaz. I primi tre sono a letto con 38 e mezzo di febbre. Taulo è rimasto a casa a titolo precauzionale. Il solo Cuneaz è andato allo stadio. La lista degli indisponibili comprende già Triarico, Russo e Magnusson
• Foggia, novità in vista
Taranto in emergenza Quadri forse dà forfait
di Giuseppe Dimito 

TARANTO - Il virus dell’influenza falcidia il Taranto alla vigilia della trasferta di Reggio Emilia. Ieri ben cinque giocatori hanno dichiarato «forfait». Sono Bolzan, Crovetto, Quadri, Taulo e Cuneaz. I primi tre sono a letto con 38 e mezzo di febbre. Difficilmente partiranno oggi per Reggio Emilia. Taulo è rimasto a casa a titolo precauzionale. Il solo Cuneaz è andato allo stadio. Forse saranno convocati. Le cure predisposte dal dott. Petrocelli sono state immediate. Sin dalle primissime ore di ieri mattina tutti e cinque sono stati sottoposti a flebo, ma è evidente che saranno fortemente debilitati anche nel caso di recupero dell’ultimo secondo. Ricordiamo che la lista degli indisponibili comprende già Triarico, Russo e Magnusson. 

Dellisanti fa buon viso a cattivo gioco: «Bisogna fare di necessità, virtù. Giocherà chi mi dimostrerà di stare al cento per cento. L’incontro è già delicato di se per stesso. Affrontarlo con gente non al massimo, diventerebbe ancora più difficile di quello che è. Fortunatamente abbiamo una rosa di giocatori lunga ed importante. Sono tutti titolari per cui non ne risentiremo». Sui possibili sostituti degli eventuali assenti, il trainer rossoblù alza le mani: «Le cinque tegole mi sono appena cadute in testa. Sono tante. Innanzitutto dovrò fare i conti con quanti saranno dichiarati abili alla partenza. Successivamente dovrò concentrarmi per stabilire chi mandare in campo». 

La Reggiana è terza in classifica, ma viene da due sconfitte consecutive. «È una squadra di spessore. Sicuramente scenderà in campo con tanta rabbia e determinazione. I nostri compiti saranno due: impedire loro di far circolare l’azione e, quindi, ripartire con prontezza. Per riuscirci dovremo essere aggressivi, compatti, corti e stretti». La maggiore lacuna riscontrata a Ferrara, domenica scorsa, è stata il calo mentale avvenuto nel secondo tempo. «Sì, è vero - risponde Dellisanti - non accadrà più. In settimana il presidente ha parlato alla squadra. Ha detto loro che tutti dovremo lavorare per il Taranto». 

Stando anche a quanto provato ieri pomeriggio in allenamento, la possibile formazione anti-Reggiana potrebbe essere questa. Bremec; Calori, Migliaccio, Prosperi, Colombini (sarebbe l’esordio assoluto in rossoblù); Di Roberto, Coppola, Giorgino, Scarpa; Ferraro (Innocenti), Corona. Ieri, infine, è giunto a Taranto Giampiero Ventrone, preparatore atletico della Juventus, targata Lippi, del Siena e del Bari. Fa parte dello staff di collaboratori di Antonio Conte, con cui ha condiviso la recente esperienza a Bergamo con l’Atalanta. Nascerà un rappprto di collaborazione? Chissà. Dopo aver pranzato con il presidente, Ventrone è stato anche allo stadio. Stamane rifinitura e partenza per Reggio Emilia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400