Cerca

Foggia, le forze fresche per ipotecare la salvezza

Doppia seduta di allenamento per forzare i tempi di schemi e condizione e, soprattutto, provare i nuovi acquisti. Per i cinque arrivati, e cioè Ceccarelli (dal Cosenza via Chievo), Di Dio (Ternana), Morini (batov Plavdov), Millesi (Salernitana) e Desideri (Lumezzane) è stata anche la giornata delle presentazione. Tra i giocatori più attesi figura Ceccarelli, sedici gol lo scorso anno a Monopoli, una rete per sette presenze col Cosenza
• Taranto senza paura con la Reggiana
• L'Andria alla pari con le «grandi»
• Potenza, guai in vista per lo stadio
• Serie D: Pisticci-Matera senza tifosi ospiti
Foggia, le forze fresche per ipotecare la salvezza
di Filippo Santigliano

FOGGIA - Doppia seduta di allenamento per forzare i tempi di schemi e condizione e, soprattutto, provare i nuovi acquisti del Foggia. Per i cinque arrivati al fotofinish del calcio mercato, e cioè Ceccarelli (dal Cosenza via Chievo), Di Dio (Ternana), Morini (batov Plavdov), Millesi (Salernitana) e Desideri (Lumezzane) è stata anche la giornata delle presentazione.

Tra i giocatori più attesi figura Fabio Ceccarelli, 27 anni, sedici gol lo scorso anno a Monopoli, una sola rete per sette presenze quest’anno con il Cosenza.

«Sono orgoglioso di essere a Foggia, spero di conquistare la salvezza con questa maglia. Ora pensiamo tutti a raggiungere questo obiettivo, poi se arriveranno i miei gol sarò ancora più felice. Sono convinto che Foggia possa essere un trampolino di lancio per la mia carriera», ha detto Fabio Ceccarelli che avrà come compagno di reparto anche Emanuele Morini, già alle dipendenze di mister Ugolotti alla Sambenedettese, mentre a centrocampo spiccano i nuovi arrivi Desideri (anche lui una vecchia conoscenza di Ugolotti) e Millesi. Quest’ultimo è apparso molto determinato a cogliere l’opportunità Foggia dopo l’esperienza di Salerno.

«Se confrontiamo la situazione in cui mi trovavo a Salerno, per me essere a Foggia è come giocare in Serie A. In Campania non trovavo più spazio, non ho capito ancora perché, ma l’importante ora è essere qui a Foggia, ho tanta voglia di mettermi in gioco. Mi definisco un giocatore duttile, posso giocare sia in un centrocampo con 4 uomini sia con 3», rimarca Millesi mentre il neo centrale Palmiero Di Dio, prelevato dalla Ternana, si concentra subito sulla prossima partita, proprio contro la sua ex squadra, e sull’obiettivo da raggiungere: «Il passato non conta, per me Terni appartiene già al passato. Sono uno di quei calciatori che mette l´anima in campo, che quando sceglie di giocare in una squadra dà tutto per la maglia. La classifica è corta, in poche partite si può tranquillamente risalire la china, quindi dico ai tifosi di stare tranquilli».

Oggi infine amichevole contro l’Ascoli Satriano (squadra che milita nella Promozione pugliese) sul campo di Ordona. Una prova generale molto utile per mister Ugolotti.

recupero con il ravennaLa Lega Pro ha comunicato che la partita sarà giocata sabato 13 con inizio alle ore 15 e non più domenica con inizio alle ore 14,30.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400