Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 20:17

Domenica la maratona del Salento in palio i titoli pugliesi di specialità

Si apre la stagione agonistica. 42,195 chilometri ricavati nei tessuti urbani, tra gli uliveti e le campagne del Salento, attraverso i centri limitrofi di Casarano, Matino, Tuglie, Sannciola, Alezio, Taviano e Parabita. Un evento organizzato ormai dalla Podistica Parabita e che, oltre a rappresentare un appuntamento di levatura internazionale, diventa anche l’occasione per presentare il biglietto da visita di un territorio
Domenica la maratona del Salento in palio i titoli pugliesi di specialità
LECCE - La maratona del Salento d’amare apre domenica la stagione agonistica assegnando i titoli pugliesi di specialità. 42,195 chilometri ricavati nei tessuti urbani, tra gli uliveti e le campagne del Salento, attraverso i centri limitrofi di Casarano, Matino, Tuglie, Sannciola, Alezio, Taviano e Parabita. Un evento organizzato ormai dalla Podistica Parabita e che, oltre a rappresentare un appuntamento podistico di levatura internazionale, diventa anche l’occasione per presentare il biglietto da visita di un territorio fortemente motivato a destagionalizzare la sua offerta turistica.

La maratona del Salento d’amare, giunta all’11ª edizione si correrà domenica prossima con partenza dallo spiazzo antistante lo stadio Capozza di Casarano (alle 9.30) e arrivo nelle vicinanze della basilica di Parabita dedicata alla Madonna della Coltura.

Sono oltre 500 gli atleti iscritti, più della metà dei quali provenienti da fuori regione. E tra questi sulle strade del Salento correranno anche tre inglesi ed un norvegese.

Nel solco della tradizione della manifestazione, anche quest’anno non mancheranno gli ospiti illustri: ecco Gennaro Di Napoli, due volte campione del mondo nei 1.500 nonché detentore di tutti i record italiani nel mezzofondo; Giacomo Leone e l’azzurro Ottavio Andriani, ormai di casa nel Salento.

Nutrito il lotto dei pretendenti alla vittoria. A cominciare da Giorgio Calacaterra, già vincitore di due precedenti edizioni della gara. Quindi, Emanuele Zenucchi, vincitore di due edizioni e detentore del record della maratona, e Marco Boffo. Tra le donne, si prevede una «corsa a tre» fra la dominatrice dello scorso anno, la croata Marija Vrajic, la campionessa mondiale dei 100 chilometri, Paola Sanna, e Monica Casiraghi. Tra le sorprese, Daniela Hajnal, atleta di Casarano tesserata per la Podistica Parabita. Da prologo alla manifestazione, sabato, la consegna dei pettorali agli atleti top (ore 11.30 palazzo Marchesale di Matino); ed una serie di iniziative programmate dalle ore 15 nel parco comunale di Parabita. Tra queste il convegno «Maratona, allenamento, alimentazione e medicina», organizzato con la collaborazione del Coni di Lecce e del comitato provinciale Fidal.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione