Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 05:12

Cras, tabù da sfatare In Turchia senza paura

L’aria della Mezzaluna ha sinora portato male nei precedenti della squadra di basket femminile. Oggi, alle 19,30 turche (le 18,30 in Italia), Taranto tenterà il terzo assalto ad Istanbul. L’avversario è differente, ma parliamo di una nuova corazzata. Il Fenerbahce Sk, figlio della polisportiva gialloblù nota per i suoi successi nel calcio, è il rivale del primo ottavi di finale di Eurolega
Cras, tabù da sfatare In Turchia senza paura
TARANTO - Il Cras vuol sfatare il tabù turco. L’aria della Mezzaluna ha sinora portato male nei precedenti della squadra di basket femminile. Nel 2009 il Galatasaray ha imposto il 2-0 quando ha giocato a casa sua, addolorando il club rossoblù soprattutto il 9 aprile, quando negò il sogno della Europe Cup al supplementare. Mentre il 28 ottobre la squadra giallorossa si impose nel battesimo tarantino dell’Eurolega, per poi subire il -14 al PalaMazzola. Oggi, alle 19,30 turche (le 18,30 in Italia), Taranto tenterà il terzo assalto ad Istanbul. L’avversario è differente, ma parliamo di una nuova corazzata. Il Fenerbahce Sk, figlio della polisportiva gialloblù nota per i suoi successi nel calcio, è il rivale del primo ottavi di finale di Eurolega del Cras.

Nella Champions del basket femminile pesa di più l’esperienza del Fenerbahce, che la manifestazione l’ha giocata cinque volte, toccando il record con i quarti del 2009. C’è però un precedente, l’unico sinora, che sorride al Cras. È il 72-66 firmato al supplementare il 27 settembre scorso, col quale conquistò a Praga la Folimanka Cup, manifestazione pre-agonistica. Ma allora l’avversario non contava sull’attuale trio internazionale (l’ala australiana Taylor e la coppia americana Powell-Sutton Brown), che nel cammino europeo ha sinora garantito il 49,4% del fatturato globale.

Davanti ad una formazione tagliente (degna rappresentante del baket turco è il centro Yilmaz: 14,6 punti a match), il Cras risponde con la sua voglia di successi. 17 collezionati nei confini italiani in questa stagione (tra campionato, Coppa Italia e Supercoppa). 6 vittorie su 10 partite invece nella fase preliminare della sua prima Eurolega. L’andamento sinuoso costringe Taranto ad affrontare negli ottavi un gruppo di un gradino superiore (ottava testa di serie dopo 7 successi in 10 gare), che nella «saga» al meglio dei tre match godrà del fattore-casa. Ai quarti passa chi vince per primo due sfide.

Oggi e venerdì 5 al PalaMazzola le prime due puntate. L’eventuale «bella» è in programma il 10 febbraio nella Caferaga Sports Hall. Un catino di 1200 posti attende il Cras. Un ambiente caldo, in stile turco, noto ad alcune giocatrici rossoblù, ora animate dalla voglia di riscatto. «Ci proviamo. L’avversario è cambiato. Dal Galatasaray siamo passati al Fenerbahce. La pasta resta dura. Ma nelle corde abbiamo un basket vincente, se espresso attraverso il collettivo. Lo abbiamo già dimostrato superando il Valencia. Serve pressione ed intelligenza. Possiamo farcela». La guardia del South Dakota Megan Mahoney suona la carica.

Alessandro Salvatore

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione