Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 00:16

Europei - Rep. Ceca in semifinale: Danimarca travolta

Gli uomini di Bruckner, sempre vittoriosi finora agli Europei hanno risolto la gara nei primi venti minuti della ripresa grazie a Koller (49') e a Baros, autore di una doppietta (63' e 65') e nuovo capocannoniere degli Europei. Sfideranno la Grecia (1° luglio) per un posto in finale
Calcio Europei Repubblica Ceca Danimarca Repubblica Ceca-Danimarca 3-0 (0-0)
• Repubblica Ceca (4-1-3-2): Cech 6, Jiranek 6 (39' pt Grygera 6), Bolf 6 (20' st Rozehnal 6), Jankulovski 6.5, Ujfalusi 6, Galasek 6, Poborsky 6.5, Rosicky 6, Nedved 6.5, Baros 8 (25' st Heinz 6), Koller 6.5. (16 Blazek, 23 Kinsky, 3 Mares, 17 Hubschmann, 14 Vachousek, 19 Tyce, 20 Plasil, 7 Smicer, 12 Lokvenc). All.: Bruckner 7.
• Danimarca (4-5-1): Sorensen 5, Helveg 5, Laursen 5, Henriksen 5, Bogelund 5, Gronkjer 5.5 (32' st Rommedhal sv), C. Jensen 5 (26' st Madsen 5.5), Poulsen 5.5, Gravesen 6, Jorgensen 5 (40' st Lovenkrands sv), Tomasson 5.5. (16 Svok-Jensen, 22 Andersen, 13 Kroldrup, 5 N.Jensen, 11 Sand, 12 Kahlenberg, 15 D.Jensen, 19 Priske, 20 Perez). All.: Olsen 5.
• Arbitro: Ivanov (Russia) 6.
• Reti: nel st 4' Koller, 18' e 20' Baros.
• Angoli: 7-3 per la Repubblica Ceca.
• Recupero: 1' e 2'.
• Ammoniti: Jankulovski, Poulsen, Bogelund, Nedved, Gravesen per gioco scorretto; Ujfalusi per proteste.
• Spettatori: 35.000 circa.
** I GOL 4' st - Sul calcio d'angolo di Poborsky, Koller è troppo alto per Laursen, e di testa, sul primo palo, infila Sorensen.
18' st - Splendido pallone di Poborsky per Baros che con un tocco delizioso salta Sorensen.
20' st - Passaggio in profondità di Nedved per Baros che in velocità entra in area e segna con un gran sinistro.

• OPORTO (Portogallo) - La Repubblica Ceka ha frantumato la Danimarca in 16' con un colpo di testa del monumentale Koller all'inizio della ripresa e una doppietta del bravissimo Baros subito dopo. Gol tutti spettacolari, dopo un primo tempo molto noioso, senza un tiro, in cui i danesi avevano tentato l'assalto alla porta di Cech, ma non erano mai andati alla conclusione. I ceki erano sembrati in mediocre serata, ma l'improvvisa accelerazione attuata
nella ripresa ha cambiato le cose in campo. D'altro canto i ceki avevano ampiamente dimostrato di essere i candidati più autorevoli ad arrivare in fondo, concludendo il girone preliminare a punteggio pieno ed eliminando la Germania con la ripresa. Ora in totale i ceki hanno segnato già dieci gol (cinque Baros, capocannoniere) e sono candidati ad andare in finale, se batteranno la «rivelazione» Grecia qui allo stadio «do Dragao». Nella formazione di Bruckner giocano alcune delle giovani promesse che avevano vinto il titolo europeo Under 21 due anni fa e ora sono "cresciuti": Cech, Jiranek, Grygera e Baros.
La Danimarca, che aveva denunciato Totti per lo sputo a Poulsen, era stata protagonista del 2-2 con la Svezia che aveva mandato a casa la squadra di Trapattoni, ma senza entusiasmare mai per il gioco. Il primo tempo non era stato molto elettrizzante: le due squadre di erano ben controllate a centrocampo. Dopo un discreto avvio dei ceki, che avevano tentato di tirare da lontano senza successo, i danesi avevano preso in mano il gioco a centrocampo e sulla fascia destra grazie anche alle incursioni di Helveg, ma senza tirare mai.
La squadra di Bruckner aveva cercato costantemente (e vanamente) il lungagnone Koller (assai impacciato all'inizio, ma decisivo nella ripresa) e capitan Nedved (ben ingabbiato sulla sinistra). Solo Rosicky si era visto qualche volta in avanti mentre Baros era rimasto nell'ombra. L'infortunio al reggino Jiranek, aveva determinato un cambio: dentro Grygera. I danesi, tutto sommato, avevano tentato di verticalizzare meglio il gioco, ma Tomasson era stato ben isolato dalla difesa ceka e alla fine del primo tempo c'era stato poco da divertirsi, tutto sommato. Nella ripresa i ceki sono andati in vantaggio subito al 4' su un angolo di Poborski da destra: il gigantesco Koller ha avuto il vantaggio dei suoi centimetri e ha insaccato di testa. Meno fortunato Tomasson poco dopo su un traversone da sinistra di Gronkjaer: la palla è finita sulla spalla di Jankulovski. Insomma, la partita si è animata e incattivita.
Rep. Ceca-DanimarcaLa Danimarca si è spinta in avanti, ma ha preso il secondo gol -bellissimo- in contropiede: Poborsky al 18' ha "invitato" Baros in area sulla destra e il formidabile giocatore ceko ha superato con un pallonetto di prima intenzione Sorensen in uscita. Due minuti dopo, al 20', è stato Nedved a lanciare Baros sulla sinistra e questa volta l'asso del Liverpool ha insaccato con un potente sinistro.
La partita è praticamente finita qui, anche se i danesi si son dati da fare e Gronkjear con un fendente da destra, ha costretto a una deviazione Cech. Poi Madsen di testa ha mancato il bersaglio da pochi passi. La squadra di Bruckner avrebbe potuto portare a quattro i gol con un pallonetto di Poborski, ma sarebbe stato troppo. E adesso vedremo chi fermerà la squadra di Nedved (lo juventino non si è ancora espresso al meglio) che gioca, fa gol e a volte entusiasma.
Franco Zuccalà

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione