Cerca

Florens, si ricomincia col Novara Il presidente Netti suona la carica

Ennesima insidia per Castellana Grotte nella terza giornata di ritorno dell’A1 femminile di pallavolo. A tre settimane dall’ultima gara interna (2-3 con Jesi) e dopo la pausa per l’All Star Game, le bianco-rosse allenate da Radogna (decime in classifica con 12 punti) ospiteranno domenica alle 17 (quindi con un’ora di anticipo), l’Asystel, attualmente ottava con 19 punti. Netti: «In casa diamo il meglio»
Florens, si ricomincia col Novara Il presidente Netti suona la carica
di Emanuele Caputo

CASTELLANA GROTTE - Ennesima insidia per la Cgf Recycle Florens nella terza giornata di ritorno dell’A1 femminile di pallavolo. A tre settimane dall’ultima gara interna (2-3 con Jesi) e dopo la pausa per l’All Star Game, le bianco-rosse allenate da Donato Radogna (decime in classifica con 12 punti) ospiteranno domani alle 17 (quindi con un’ora di anticipo), l’Asystel Novara, attualmente ottava con 19 punti. La gara con le piemontesi - diretta da Gentile da Formia (Lt) e Pessolano da Montecorvino Pugliano (Sa) - apre la fase finale della stagione (nove giornate nei prossimi due mesi) con cinque partite in casa e quattro in trasferta. Gli impegni interni diventano così determinanti per la permanenza: «Giocare in casa è sempre stato il nostro punto di forza - afferma il presidente del sodalizio pugliese, Giannantonio Netti - anche se quest’anno il trend è stato un po’ sconfessato visto che nel girone di andata abbiamo fatto più punti in trasferta. Per la salvezza sarebbe fondamentale vincere le cinque partite casalinghe del ritorno: contiamo sulle nostre forze e sull’apporto del pubblico».

Pur con le statistiche favorevoli alla Florens (due successi nei tre precedenti), Novara è probabilmente il peggior avversario da affrontare: «Il loro organico è di assoluto rilievo - aggiunge Netti - nonostante le difficoltà e una classifica che non rispecchia le aspettative. Avranno voglia di rivincita e di dimostrare che meritano di più. La tradizione positiva mi preoccupa: i numeri sono fatti per essere sconfessati».

A capitan Dalia e compagne dovrebbe aver giovato la pausa, soprattutto per svuotare l’infermeria in cui resterà fino al termine della stagione la schiacciatrice Francesca Moretti per via della lesione del crociato anteriore del ginocchio sinistro: «La sorte non ci è stata vicina - conclude il presidente Netti - ma chiuderemo la stagione senza novità di mercato sia per questioni economiche che grazie alla classifica che è in linea con le aspettative».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400