Cerca

Il Cras a Parma (ore 17) per i quarti di Coppa Italia

Tra il rafforzamento della vetta in A1 femminile di basket (vantaggio sulle seconde salito a +6 dopo il 14esimo successo consecutivo) e l’assalto al Fenerbahce per gli ottavi di finale di Eurolega con inizio in Turchia il 2 febbraio, Taranto entra in scena nella Coppa Italia. In programma il doppio quarto di finale. Avversario la Lavezzini, che, nella final four della passata stagione, batté le ioniche in semifinale
Il Cras a Parma (ore 17) per i quarti di Coppa Italia
TARANTO - Tra il rafforzamento della vetta in campionato (vantaggio sulle seconde salito a +6 dopo il 14mo successo consecutivo) e l’assalto al Fenerbahce per gli ottavi di finale di Eurolega con inizio in Turchia il 2 febbraio, oggi il Cras entra in scena nella Coppa Italia. In programma il doppio quarto di finale. Avversario la Lavezzini Parma. Stessa squadra che, nella final four di Faenza della passata stagione, superò Taranto in semifinale per 66-63.

Questa volta, con una formula cambiata per via della restrizione delle partecipanti al campionato (da 14 a 12, numero che permette più partite), le due compagini si ritrovano avversarie nei quarti di finale. Primo atto alle ore 17 al PalaCiti di Parma. Si replica con il ritorno sabato 30 alle 16,30 al PalaMazzola.

QUI TARANTO - Dopo le fatiche del match “maschio” con Priolo, il Cras è pronto per la Coppa Italia. «Vogliamo vincerla» annuncia Ricchini. Il tecnico però tiene l’ambiente desto: «La società, come la squadra, ci tengono a questo obiettivo. Noi partecipiamo all’evento per arrivare sino in fondo. Ma non sarà semplice, Parma è avversario tosto». La reazione mostrata dalle joniche nella seconda parte del match contro Priolo è, concorda l’allenatore piemontese, un segnale dei progressi tecnico-tattici del gruppo. «Ora la doppia sfida di Coppa Italia – sottolinea Ricchini – può svelarmi nuove verità sul mio gruppo. Se tali partite possono fornire indicazioni in vista dell’Eurolega? All’Europa ci pensiamo tra una settimana, ora concentriamoci sulla lotta per la semifinale della Coppa Italia».

La serenità pervade lo spogliatoio rossoblù. Alla vigilia del match di Parma è tutto ok, a parte un leggerissimo affaticamento muscolare per il centro Karen David. Nulla di condizionante ai fini dell’impiego della giocatrice che contro Priolo ha mostrato vitalità con i suoi 12 punti in 25 minuti di gioco. Rientra a pieno regime nel gruppo la guardia Michelle Greco, stoppata nell’anticipo di campionato da un virus influenzale.

QUI PARMA - Sette sconfitte nelle ultime 10 partite tra Coppa Italia (2-0 su Sesto San Giovanni negli ottavi di finale esentati al Cras campione d’inverno) e campionato, dove dopo 14 turni è ottava a -18 punti dalle joniche. Questo sinora il cammino stagionale della Lavezzini Parma del coach Stefano Michelini, giunto in estate al posto di Maurizio Scanzani. Il “marchio” cestistico del gruppo gialloblù è la difesa, seconda in campionato, subendo 59,6 punti a partita. Fatica invece l’attacco, ultimo dell’A1, che denota una certa penuria di risolutrici costanti. Le uniche doppie cifre assicurate, giungono dalle mani dell’ex al crassina Laura Summerton (12.1 di media-match) e del play Francesca Zara (12,2). Altri pericoli, sono capaci di crearli la guardia Franchini, l’ala Screen e le due “lunghe” Halman ed Ajanovic.

LE FORMAZIONI - Lavezzini Parma: Zara, Franchini, Screen, Summerton, Halman; Bestagno, Mi. Micovic, Ma. Micovic, Vaccari, Ajanovic. All. Michelini. Cras Taranto: Wambe, Mahoney, Montagnino, David, Brunson; Gianolla, Greco, Siccardi, Godin, Giauro. All. Ricchini.

Arbitri: Vaccarini e Volpe di La Spezia. Inizio del match alle ore 17, valido per l’andata dei quarti di finale di Coppa Italia.

I MEDIA Aggiornamenti on line della partita Parma-Cras sui siti internet www.legabasketfemminile.it e www.blunote.it.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400