Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 20:21

Moto - Gibernau, pole provvisoria nel GP d'Olanda

Nelle prove libere, caratterizzate da una fitta pioggia, lo spagnolo è stato il più veloce nella MotoGP davanti a Barros. Primo degli italiani Fabrizio (quarto). Settimo Rossi, decimo Biaggi. L'australiano West e l'iberico Barbera per ora davanti nelle classi 250 e 125
ASSEN - Assen ed il suo Motodrome è da sempre l'olimpo delle gare su due ruote, ma nulla può se si scatena Giove Pluvio. Oggi, sulla pista olandese, nella prima giornata di prove di qualificazione per il Gran Premio di sabato 26 giugno, tutti i piloti hanno dovuto fare i conti con la pioggia battente e con la pista allagata o bagnata.
I primi a girare sono stati quelli della ottavo di litro. Il miglior tempo l'ha ottenuto Hector Barberacon 2'22'746. Il pilota spagnolo ha ottenuto la pole provvisoria nonostante la pioggia non abbi mai smesso di piovere ed anzi nella parte finale della sessione si sia trasformato in un piccolo diluvio. Secondo tempo per Marco Simoncelli, con 91 millesimi di ritardo, davanti alle altre due Aprilia del team Scot di Simone Corsi e Andrea Dovizioso. Tutti oltre l'ottavo posto tutti i big della 125cc. Youichi Ui, nono, davanti a Pablo Nieto, Alvaro Bautista, Gino Borsoi e Roberto Locatelli. Da registrare anche qualche scivolata per via dell'asfalto bagnato. A finire per terra, tra gli altri anche Mike Di Meglio e Mirko Giansanti.
Le condizioni non migliorano quando in pista scendono i piloti della classe regina. Anche per la MotoGP prove sul bagnato. Per i primi 45' si registra prima il miglior tempo di Kenny Roberts, poi migliorato da Carlos Checa, mentre la stragrande maggioranza pensa alla messa a punto delle moto. Negli ultimi 15 minuti il tempo sembra migliorare e quindi si prova a realizzare la migliore prestazione cronometrica anche perchè, domani, le condizioni potrebbero essere anche peggiori. Anche sul bagnato il miglior tempo è per Sete Gibernau. Il leader della graduatoria iridata ha messo la sua Honda davanti alla moto gemella del brasiliano Alex Barros. A sorpresa il terzo tempo per lo spagnolo Rubens Xaus con la Ducati, a suo agio sull'asfalto umido; ma soprattutto il quarto fatto segnara da Michel Fabrizio con la WCM, mettendosi alle spalle Troy Bayliss e Carlos Checa. Solo settimo Valentino Rossi, davanti a Colin Edwards e Kenny Roberts. Più indietro Max Biaggi e Loris Capirossi. Il romano con la sua gialla Honda non è andato oltre il decimo tempo, precedendo proprio l'imolese della Ducati. Marco Melandri, reduce dall'intervento al braccio è sedicesimo.
A chiudere la giornata delle prove, come sempre, il plotoncino della 250cc. Condizioni meteo migliorate, visto che continuava a non piovere, ma sempre in condizione di bagnato e con una temperatura sempre bassa (13.). Pole provvisoria per l'australiano Anthony West con il tempo di 2'19'354. Poi a due decimi e mezzo Sylvain Giuntoli e terzo tempo per lo spagnolo Ivan Silva. Poi Arnaud Vincent, Roby Rolfo e Alex Debon. Settimo tempo per il leader della graduatoria iridata, Randy De Puniet che precede il suo principale avversario nella corsa al titolo, Daniel Pedrosa. Solo sedicesimo Manuel Poggiali, con un ritardi di tre secondi e mezzo da West.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione