Cerca

Il GP di Bari torna dopo 63 anni A maggio la rievocazione storica

Il progetto è ambizioso: riportare indietro le lancette e far rivivere ai baresi le emozioni del secolo scorso. Il 2 maggio il capoluogo ospiterà la rievocazione della manifestazione sportiva che portò nel capoluogo per dieci anni gli «assi» del volante. L’Old cars club di Bari(www.oldcarsclub.it), associazione che riunisce gli appassionati di auto storiche, ricorderà ai baresi (vecchi e più giovani) un evento che dal 1947 al 1956 proiettò la città agli albori nazionali
• Lo start Il 13 luglio del 1947
Il GP di Bari torna dopo 63 anni A maggio la rievocazione storica
di Nicola Pepe

BARI - Il progetto è ambizioso: riportare indietro le lancette di oltre 60 anni e far rivivere ai baresi le emozioni del secolo scorso. Il 2 maggio, Bari ospiterà la rievocazione del Gran premio di Bari, manifestazione sportiva che portò nel capoluogo per dieci anni gli «assi» del volante. L’Old cars club di Bari (www.oldcarsclub.it), associazione che riunisce gli appassionati di auto storiche, trasformerà il capoluogo in una cornice d’epoca ricordando ai baresi (vecchi e più giovani) un evento che dal 1947 al 1956 proiettò la città agli albori nazionali. A dire il vero, non ci sono molte tracce sulle rassegne specializzate d’epoca ed è per questo che la Old cars club (federata Asi, associazione auto storiche) ha messo insieme un calendario di idee unitamente all’Aci. L’idea - spiega il presidente dell’associazione, Dario Catalano - nasce su iniziativa dagli appassionati di auto storiche non solo per una questione affettiva, ma soprattutto dalla necessità di ricordare Bari come una delle poche città italiane che hanno ospitato un gran premio». E alla domanda sul perchè il capoluogo pugliese ammainò la bandiera, le risposte sono due: primo, il «predominio» di Monza che nel 1948 si riappropriò del campionato italiano; secondo, le difficoltà economiche, ma soprattutto le scarse misure di sicurezza garantite in un percorso cittadino di «alta velocità» (100 chilometri all’ora).

Gli organizzatori stanno ancora limando il programma, che come si potrà immaginare è in costante aggiornamento: preziosa per la stesura del calendario si è rivelata la collaborazione dell’Aci di Bari nonchè della commissione sportiva dell’automobil club presieduta dall’avv. Giuseppe Frugis. Il «top» dell’evento sarà indubbiamente la «corsa» improvvisata da 15/20 bolidi che interverranno per l’occasione da diverse parti d’Italia. A ciò va aggiunta - oltre a mostre e incontri - la presenza di testimonial d’eccezione, tra cui due assi del volante (oggi ultraottantenni), l’inglese Stirling Moss e la napoletana Maria Teresa De Filippis, prima donna pilota.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400