Cerca

È febbre pallavolo a Taranto La Prisma riceve l'Itas Trento

Disponibili i biglietti per il match di domenica al PalaMazzola (ore 18) contro i campioni d’Europa e del Mondo per club in carica. Questi costi e modalità d’acquisto. 10 euro intero, 5 euro ridotto (under 18, over 65 e tesserati Fipav) attraverso il consueto circuito. Giovedì alle ore 11.30 presso la sede sociale, la Prisma Volley presenterà a stampa e tifosi una serie di iniziative collaterali al match con Trento
È febbre pallavolo a Taranto La Prisma riceve l'Itas Trento
TARANTO - Arriva Trento e torna la febbre del volley. Da oggi sono disponibili i biglietti in prevendita per il match di domenica 24 al PalaMazzola (ore 18) contro i campioni d’Europa e del Mondo per club in carica. Questi costi e modalità d’acquisto. 10 euro intero, 5 euro ridotto (under 18, over 65 e tesserati Fipav) attraverso il consueto circuito. Giovedì alle ore 11.30 presso la sede sociale, la Prisma Volley presenterà a stampa e tifosi una serie di iniziative collaterali al match con Trento, appuntamento che sta attirando l'attenzione di tanti appassionati di pallavolo della Provincia di Taranto della Puglia e delle regioni limitrofe.

CAMPIONI DALLA SCUOLA  - La Prisma attinge dalla scuola per scritturare i possibili campioni del futuro. Il club rossoblù ha recentemente rinnovato il rapporto di collaborazione con la Scuola Media Dante da Taranto. Per il secondo anno consecutivo i ragazzi dell’istituto comprensivo statale, grazie al coordinamento della dirigente scolastica Santarcangelo, dei professori Arturo Acacia e Vito Latartara, oltre che della storica figura della pallavolo tarantina Vito Pinca, parteciperanno alle selezioni Under 14 per l’imminente campionato provinciale di categoria. I giovanissimi più meritevoli, seguiti dai tecnici del settore giovanile ionico Orlando Sottilaro e Nicola Falcone, vestiranno la casacca della Prisma. 

La presentazione dell’iniziativa si è svolta presso una gremita aula magna dell’istituto tarantino. In rappresentanza della prima squadra c'erano due giocatori: il centrale Paolo Cozzi e il libero Antonio Ricciardello. Entrambi hanno ribadito l’importanza dello studio associato con una costante attività sportiva. Sincere e sentite le parole del messinese Ricciardello: «Sono emozionato. Queste iniziative tra scuola e sport meritano rispetto. È nostro compito invogliare i ragazzi ad abbracciare il mondo del volley. Ho 23 anni è sono fortunato, perché svolgo il lavoro che ho sempre desiderato. Auguro a questi ragazzi di avere la mia stessa fortuna».

Anche il milanese Cozzi è rimasto positivamente colpito dall’iniziativa: «Parlare davanti ad una platea di giovani è un’esperienza fantastica. Bisogna creare un feeling tra sport e studio. Nella mia vita sportiva mi sono tanto sacrificato e alla fine ho ottenuto parecchie soddisfazioni. La scelta della Prisma è eccellente, ossia investire sui giovani che possono rappresentare il futuro del volley. E non solo. Io giocavo a calcio, nella giovanili del Milan, ma dalle scuole medie è tutto cambiato. Ho seguito due amici particolarmente bravi nella pallavolo e il destino mi ha regalato parecchie gioie. Invito i ragazzi ad avvicinarsi al volley, perché è un mondo pulito contraddistinto da ottimi valori».

L’UNDER 18 AVANZA - Restando in tema giovanile, la Prisma under 18 domenica ha ottenuto con il 3-0 di Pineto l’accesso in anticipo alla seconda fase nazionale, dove affronterà Perugia, Roma ed Isernio in un nuovi girone di qualificazione. Protagonisti della sfida i rossoblù Trono, Carriera e Resta. Il club jonico evidenzia che la trasferta degli under 18 in terra abruzzese è stata sponsorizzata dalla fondazione Oro Sei per il sociale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400