Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 14:28

Masotti mette le cose in chiaro «Voglio lo scudetto a Casarano»

La squadra è terza dopo Conversano e Bologna nella serie A d'Elite di pallamano maschile. Il nuovo tecnico è venuto per vincere. Ha impiegato poco a evidenziare, senza giri di parole, la voglia della conquista del quarto tricolore di fila. «Non è importante giungere primi del girone di questa prima parte, visto che mancano poche gare al termine e siamo in svantaggio negli scontri diretti». Debutto il 3 febbraio contro il Secchia
Masotti mette le cose in chiaro «Voglio lo scudetto a Casarano»
di PASQUALE MARZOTTA

CASARANO  - E’ venuto per vincere. Non ci sono stati giri di parole per il nuovo allenatore dell’Italgest Casarano. Settimio Massotti ha impiegato poco ad annunciare le motivazioni del suo arrivo nel Salento e la voglia della conquista del quarto tricolore di fila. La presentazione del nuovo tecnico è avvenuta ieri mattina presso il ristorante «Oste Pazzo» di Casarano ed è stata caratterizzata dalla gigantografia di un grande cuore rosso marchiato “Italgest Pallamano” dallo slogan “Mettiamoci il cuore”.

“Ci auguriamo che il cuore pulsante di questa comunità, come di questa grande squadra, campione in tutto, ricominci a battere forte per regalare grandi emozioni e soprattutto per cercare di rilanciare i nostri sogni” - ha commentato il presidente Maurizio Monte, 40 anni, al tavolo della presidenza accanto al tecnico Massotti, al vicepresidente Paolo Memmi ed al segretario generale Antonio Garofalo. “Ringraziamo il tecnico Francesco Trapani per i risultati conquistati sino ad ora, come il terzo scudetto e la supercoppa italiana. Ed allo stesso tempo diamo il nostro benvenuto al nuovo allenatore. Siamo particolarmente felici perché siamo convinti di aver trovato una persona dal valore umano prima ancora che sportivo da campioni, e quindi da Casarano. Con questo cambio cerchiamo di dare una scossa all’ambiente. Siamo terzi in classifica, ma siamo in piena corsa per la conquista del quarto scudetto e nelle finali di coppa Italia”.

La voglia di vincere anima Massotti. “Sono qui a Casarano da poche ore e tutti mi hanno dato il benvenuto dicendomi “dobbiamo vincere” – racconta il tecnico abruzzese - La mia scelta di venire all’Italgest è scaturita dalla fame di vittorie con un club organizzato e vittorioso negli ultimi anni con tre scudetti (oltre a due coppe Italia e due supercoppe italiane ndr). Ho trovato un progetto che rispecchia la mia volontà”.

Masotti approda al club rossoblu con una squadra terza alle spalle di Conversano e Bologna. “Non è importante giungere primi del girone di questa prima parte, visto che mancano poche gare al termine e siamo in svantaggio negli scontri diretti. Quindi il primato in questa prima fase della stagione è in funzione dei nostri avversari – afferma l’ex tecnico della nazionale azzurra, che debutterà il 3 febbraio in casa contro il Secchia - poi ci sarà la fase ad orologio sino ai playoff scudetto, dove si annullano quasi tutte le distanze. E noi dobbiamo lavorare per arrivare preparati a questo appuntamento stagionale”.

Dopo l’interregno della preparazione atletica da parte del tecnico in seconda Alessandro Orme, ieri mattina Massotti ha diretto il suo primo allenamento con i rossoblu privi dei nazionali azzurri Fovio e Opalic impegnati ad Alcamo con le qualificazioni mondiali.

“Ho visto la squadra per la prima volta all’opera ed in ognuno dei miei atleti ho letto negli occhi la voglia di riscatto e di grandi ambizioni – dice il neoallenatore - se la squadra non è riuscita ad esprimere tutto il proprio potenziale, è chiaro che ci sono dei problemi da affrontare, da risolvere e da perfezionare. Sono qui per questo. Sentirò tutti i miei giocatori. Ma per vincere ci dovrà essere sintonia tra tutti e soprattutto sarà la squadra a scendere in campo per vincere. Solo se staremo uniti, allora tutti insieme potremo lanciarci alla conquista dello scudetto”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione