Cerca

Sabato Bari-Inter San Nicola pieno In arrivo Castillo

Stracolmo. Ecco come si presenterà lo stadio del capoluogo pugliese per la partita di calcio di serie A in programma alle ore 20,45. Oltre a battere il record di incasso fatto registrare contro la Juventus, ci sarà da annotare pure il record di presenze. L’impianto barese non presenterà alcun vuoto, come invece accadde, seppur in piccolissima parte, il 12 dicembre contro la Juve. Biglietti introvabili. E lunedì arriva l'attaccante Castillo, acquistato a titolo definitivo dalla Fiorentina
• Artbitrerà Rosetti. Con lui solo una vittoria
• Ventura, scelte obbligate: sorpresa Koman?
• Bonucci: «Proviamoci. L’Inter non fa paura»
• Morinho: «L'Inter ha una grande mentalità»
• Insulti a Balotelli: chiusa la Curva della Juve
Sabato Bari-Inter San Nicola pieno In arrivo Castillo
BARI - Stracolmo, pieno come un uovo. Ecco come si presenterà il San Nicola domani sera in occasione della partitissima contro i campioni in carica dell’Inter. Oltre a battere il record di incasso fatto registrare contro la Juventus, ci sarà da annotare pure il record di presenze. L’impianto barese non presenterà alcun vuoto, come invece accadde, seppur in piccolissima parte, il 12 dicembre contro la Juve. «Sold out», tutto esaurito, saranno sessantamila gli spettatori. A due giorni dalla partita biglietti ormai introvabili, l’Inter ha tirato fin dalle primissime ore. In mattinata si è riaperta, sia pur per un paio d’ore, la vendita dell’ultima scorta di biglietti rimasti a disposizione

Da registrare una piccola differenza di... clientela rispetto alla partita con la Juventus: molte le richieste giunte dal Salento, dove l’Inter ha molto seguito. A differenza di quanto accaduto in occasione della sfida di dicembre, la società nerazzurra ha «bruciato» tutta la scorta di biglietti messi a disposizione dal Bari (la Juve, invece, restituì una piccola parte di tagliandi).

Scene di... isterismo registrate anche ieri, quasi una sorta di pellegrinaggio con gente alla caccia disperata del miracolo dell’ultima ora, disposta a pagare chissà quale cifra pur di non mancare alla partitissima contro la formazione di Mourinho. Tutto inutile. Chi non è riuscito a «conquistare» un biglietto, dovrà accontentarsi della diretta di Sky.

E LUNEDI' ARRIVA CASTILLO
Nell’esordio stagionale a San Siro contro i campioni d’Italia, lo scorso agosto, il Bari stupì per la fluidità della manovra e la sfrontatezza. L’anticipo di domani sera al San Nicola, davanti a 50 mila spettatori, potrebbe diventare il trampolino di lancio verso traguardi più ambiziosi dei pugliesi i quali stasera hanno acquistato a titolo definitivo dalla Fiorentina l’attaccante argentino Ignacio Castillo che giungerà a Bari lunedì prossimo. 

Giampiero Ventura non si nasconde. «Se un punto non cambia la vita – spiega il tecnico barese – allora perchè non giocarsi la partita fino in fondo? Accontentarsi non porta a diventare qualcuno e noi siamo sulla giusta strada per diventare dei protagonisti del torneo. Di sicuro non basterà fare una buona prestazione, bisognerà dare il massimo. Del resto anche a Firenze abbiamo giocato bene, ma siamo tornati a casa senza nemmeno un punto». 

IL NODO TATTICO 
«Dobbiamo leggere e interpretare nella maniera migliore la gara. I nerazzurri sono attesi dalle due partite più importanti del campionato. Se vincono prima contro di noi e la settimana prossima si aggiudicano il derby, il discorso scudetto può dirsi chiuso. Diversamente il campionato potrebbe riaprirsi». L'undici barese sarà privo di due pilastri, il difensore Ranocchia e il regista Almiron: «L'assenza dell’azzurrino si sentirà sicuramente. Perdiamo centimetri in difesa, oltre alla sua bravura nell’uno contro uno. Andrea Masiello si sposterà al centro e Belmonte sulla destra, dove sarà un pò più tutelato». 
Ventura prevede una gara dai ritmi altissimi: «Se ci saranno novanta minuti ad alta intensità, allora potremo parlare di notte magica. Credo che Mourinho si giochi il tutto per tutto sin dalle prime battute, ma noi siamo pronti a contrastarli con il gioco, e non con il fisico». L’attacco avversario ha più di un bombardiere: «Se potessi privare l’Inter di un giocatore, quello sarebbe Sneijder, il fulcro delle azioni nerazzurre. La maggior parte delle occasioni che si creano vengono dai suoi piedi».

La classifica dei pugliesi, a quota 27 punti, consente di affrontare la sfida contro i campioni d’Italia senza troppi patemi: «Abbiamo la difesa più corretta della serie A e dopo sei mesi di duro lavoro credo che potremo ritagliarci un nostro spazio anche domani sera». La piazza chiede un piazzamento europeo e dopo aver battuto la Juve, un’altra vittoria di prestigio contro Milito e compagni: «Bisogna rimanere sempre con i piedi per terra; questo per noi è l’anno zero, il nostro obiettivo primario è la salvezza». 

L'ultima considerazione di Ventura è su Mourinho e Balotelli: «L'allenatore dell’Inter è davvero speciale. Io invece mi ritengo fortunato, perchè ho avuto la possibilità di approdare in una piazza importante come Bari e di allenare un gruppo che ha sposato in pieno le mie idee. Per quanto riguarda, invece, Super Mario, spero che sarà applaudito dai nostri tifosi. E che i miei difensori possano metterlo in condizioni di non nuocere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400