Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 04:13

Italia-Svezia alle 20,45: è l'ora di Pirlo

Privo di Totti, Trapattoni schiererà il milanista nella gara contro la Svezia (diretta su Rai 1), decisiva per la qualificazione ai quarti di finale. Anche Cassano in campo Forum
Stadio Dragao di OportoOPORTO - E' l'ora di Pirlo, almeno così sembra. Trapattoni sembra deciso a puntare sul milanista nella seconda gara della prima fase degli Europei contro la Svezia (ore 20,45, diretta su Rai Uno), ricorrendo a quel rombo che fino a due settimane fa, alla partita di allenamento con l'under 17 a Coverciano, al ct sembrava un esperimento azzardato. Invece il gruppo vuole l'ingresso del milanista, possibilmente con Gattuso al fianco, e visto che Totti è squalificato Trap sembra orientato verso la soluzione stile-Ancelotti, con Cassano nei panni del Kakà di turno. Andrea Pirlo ci spera, e non lo nasconde.
Nell'allenamento di rifinitura si è impegnato come un matto e schierato con la pettorina arancione al fianco di Zanetti ha distribuito un tris di assist a Vieri e Del Piero. Già, proprio Alex, a sua volta «molto contento, perché domani dovrei giocare nel mio vero ruolo, ovvero da seconda punta». Ma è Pirlo, più dello juventino, la principale attrazione della zona mista dove gli azzurri si fermano a parlare della partita che li attende, meno Vieri e Totti che sfilano via imbronciati e Cassano che con un ghigno prolunga il suo silenzio stampa, proprio adesso che sa di giocare dall'inizio.
Nel pomeriggio si disputerà l'altra gara del gruppo C Bulgaria-Danimarca (ore 18, diretta su Rai Uno).

Sono 20 i precedenti ufficiali tra Italia e Svezia: il bilancio vede 9 successi azzurri, 5 pareggi e 6 vittorie svedesi. Considerando che 7 sono le gare agli Europei e 3 in altri tornei ufficiali, la metà di queste gare (10) sono state amichevoli. La differenza reti, 25-23 è a leggero vantaggio per gli azzurri. Da notare la lunga assenza del pareggio: lþultimo, 0-0, risale al 9 giugno 1971, 33 anni fa, in una gara valevole per qualificazioni agli Europei di Belgio þ72. Nelle 10 amichevoli il bilancio vede in vantaggio gli azzurri con 4 successi (2-0 nel 1973 con reti di Anastasi e Riva; 1-0 nel 1979 con rete di Oriali; 1-0 nel 1984 con rete di Cabrini; 1-0 nel 2000 con rete di Del Piero su rigore), altrettanti pareggi (2-2 nel 1924 con doppietta di Magnozzi e reti svedesi di Kaufeldt e Malm; 1-1 nel 1951 con reti di Lofgren e Amadei su rigore; ancora 1-1 nel 1952 con reti di Vivolo e Persson; 2-2 nel 1965 con reti di Pascutti, Mazzola, Bo Larsson su rigore, Persson) e 2 sconfitte (3-5 nel 1926 con doppiette di Johansson, Holmberg, Levratto e singoli di Kroon e Cevenini III; 0-1 nel 1998 con rete di Kenneth Andersson). In queste dieci amichevoli hanno esordito in maglia azzurra Munerati (1926), Gimona (1951), Vivolo (1952), Poletti (1965), Giuseppe Baresi (1979), Tancredi (1984), Gattuso e Fiore (2000).

TUTTI I PRECEDENTI DI ITALIA-SVEZIA

01/07/12 Stoccolma Olimpiadi Italia-Svezia 1-0
16/11/24 Milano amichevole Italia-Svezia 2-2
18/07/26 Stoccolma amichevole Svezia-Italia 5-3
25/06/50 S. Paolo fasi finali Mondiali Italia-Svezia 2-3
11/11/51 Firenze amichevole Italia-Svezia 1-1
26/10/52 Stoccolma amichevole Svezia-Italia 1-1
16/06/65 Malmoe amichevole Svezia-Italia 2-2
03/06/70 Toluca fasi finali Mondiali Italia-Svezia 1-0
09/06/71 Stoccolma qual. Europei Svezia-Italia 0-0
09/10/71 Milano qual. Europei Italia-Svezia 3-0
29/09/73 Milano amichevole Italia-Svezia 2-0
26/09/79 Firenze amichevole Italia-Svezia 1-0
29/05/83 Goteborg qual. Europei Svezia-Italia 2-0
15/10/83 Napoli qual. Europei Italia-Svezia 0-3
26/09/84 Milano amichevole Italia-Svezia 1-0
03/06/87 Stoccolma qual. Europei Svezia-Italia 1-0
14/11/87 Napoli qual. Europei Italia-Svezia 2-1
02/06/98 Goteborg amichevole Svezia-Italia 1-0
23/02/00 Palermo amichevole Italia-Svezia 1-0
19/06/00 Eindhoven fasi finali Europei Italia-Svezia 2-1

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione