Cerca

Totti rischia grosso: ha sputato al danese Poulsen

L'episodio, avvenuto durante Danimarca-Italia del 14 giugno, è documentato nel sito internet della televisione danese. Il giocatore scandinavo: «Totti mi ha sputato in più di una occasione». L'Uefa, che può procedere autonomamente, considera il gesto «gravemente antisportivo» ha deciso di aprire un'inchiesta. Il romanista è stupito, ma è possibile una lunga squalifica
LISBONA - Rischio squalifica per Francesco Totti, dopo che una tv danese ha trasmesso le immagini di un suo sputo al danese Poulsen, durante Danimarca-Italia del 14 giugno scorso. L'episodio è documentato in una sequenza fotografica pubblicata sul sito internet della televisione danese. «La superstar italiana Francesco Totti - si legge nella didascalia - a quanto sembra è stato a scuola da Frank Rijkaard. Almeno per quanto riguarda l'arte di sputare in faccia all'avversario». «Come documentano le immagini- prosegue il commento - la faccia di Christian Poulsen è stata bersaglio di uno sputo dal lama italiano nella partita di lunedì Danimarca-Italia. «Totti è uscito dall'episodio senza cartellino o avvertimento da parte dell'arbitro, e più tardi nella partita è uscito indenne anche da un placcaggio particolarmente duro contro Rene Henriksen.
«Il «maestro» di Totti, Frank Rijkaard- si ricorda nella didascalia - usò la stessa tecnica contro il nuovo allenatore tedesco Rudi Voller, nei campionato del mondo in Italia nel 1990. Dopo un duro placcaggio su Voller e un commento da parte di Voller, Rijkaard rispose con uno sputo. Più tardi, durante la partita, i due litigarono, e furono espulsi. Mentre uscivano dal campo, Rijkaard sputò di nuovo».
«Francesco Totti mi ha sputato in più di una occasione durante la partita». Lo ha raccontato il centrocampista della Danimarca Christian Poulsen, secondo quanto riportato in una nota della federazione calcio danese. Secondo i danesi il numero 10 azzurro avrebbe sputato all'avversario anche in altre occasioni e non solo in quelle dei fotogrammi documentati sul sito web della televisione danese.
Non ha dubbi sull'episodio Thomas Gravesen, centrocampista danese squalificato contro l'Italia: «Totti ha sputato a Poulsen, mi sembra tutto molto chiaro, si vede benissimo».
I regolamenti disciplinari della Uefa considerano il gesto dello sputo «gravemente antisportivo» e dunque passibile di provvedimenti disciplinari. E diversamente dalla giustizia sportiva italiana, l'ufficio disciplinare dell'Uefa che si riunisce ogni mattina non ha bisogno della segnalazione di una squadra o di un procuratore federale: può decidere autonomamente di prendere in esame la prova tv.
La Danimarca peraltro ha presentato un ricorso ufficiale all'Uefa contro Totti, Lo si è appreso oggi in ambienti Uefa. L'Uefa ha deciso di aprire un'inchiesta. «Abbiamo ricevuto un reclamo dalla federazione danese - ha confermato - Ora verificheremo le accuse tramite le riprese video, poi nel pomeriggio decideremo se aprire una procedura disciplinare».
«Verificheremo». Questa la prima reazione del capo delegazione dell'Italia, Innocenzo Mazzini, alla notizia, accolta con sorpresa e stupore nel gruppo della nazionale. Mazzini si è recato subito nel raduno della squadra, ha informato Totti del caso (ma il giocatore aveva già saputo dal suo preparatore atletico, Vito Scala): la prima reazione dell'azzurro sarebbe stata di assoluto stupore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400