Cerca

Il Bari sconfitto 2-1 a Firenze

Cronaca della partita
Nel 19° turno della A di calcio, i biancorossi si portano in vantaggio con un colpo di testa di Barreto al 25'. La reazione dei viola porta al pareggio di Mutu (38'). Nella ripresa, dopo un clamoroso palo di Meggiorini, arriva il cartellino rosso per Almiron (57'). Infine, la rete decisiva di Castillo (74'), poi espulso
• Ventura: «Bel gioco anche in dieci»
• Corvino: «Castillo non si muove»
• Daspo per quattro tifosi baresi
Il Bari sconfitto 2-1 a Firenze
FIORENTINA-BARI 2-1 (1-1 nel primo tempo)

FIORENTINA (4-2-3-1): Frey 7; De Silvestri 6, Kroldrup 6, Felipe 6.5, Pasqual 6.5; Montolivo 7, Donadel 6 (25'st Castillo 5); Santana 6.5, Mutu 6.5 (30'st Gobbi 6), Jorgensen 5; Gilardino 6. In panchina: Avramov, Dainelli, Natali, Carraro, Babacar. Allenatore: Prandelli 6. BARI (4-4-2): Gillet 6.5; A. Masiello 6, Ranocchia 6.5 (6'st Belmonte 6), Bonucci 6.5, Parisi 6; Alvarez 6.5, Donati 6, Almiron 6.5 , Rivas 6.5 (14'st Gazzi 6); Meggiorini 6.5, Barreto 6.5 (30'st Kamata 5). In panchina: Padelli, Allegretti, Antonelli, Greco. Allenatore: Ventura 6. 
ARBITRO: Gervasoni di Mantova 5. 
RETI: 25'pt Barreto, 38'pt Mutu, 29'st Castillo.
NOTE: giornata fredda e umida, terreno in buone condizioni, spettatori 25.000. Angoli 9-3 per la Fiorentina. Espulsi al 12'st Almiron per somma di ammonizioni, al 35'st CAstillo per fallo da dietro su Kamata. Ammoniti Parisi, Montolivo, Felipe, Donadel. Recupero: 3'; 5'.

di GIORGIO POLI

FIRENZE – La Fiorentina ha vinto, ma il Bari non ha demeritato. Forse il momento topico della partita si è verificato all’inizio della ripresa, quando sull'1-1 (gol di Barreto e pareggio di Mutu) i pugliesi hanno perso Ranocchia per grave infortunio al ginocchio, hanno colpito il palo con Meggiorini e poi hanno perso Almiron, espulso per doppio giallo. È entrato Castillo che ha segnato il gol decisivo e poco dopo si è fatto espellere. Così la partita è stata decisa per i viola che hanno fatto un bel balzo in avanti verso la Champions. I pugliesi hanno giocato bene, ma non tutte le ciambelle riescono col buco. 

Un nutrito gruppo di assenti per Prandelli: Comotto (squalificato), Vargas, Jovetic, Marchionni, Zanetti e Gamberini. Sono così rientrati: De Silvestri terzino (bene) e Jorgensen a centrocampo. Ventura ha invece confermato la squadra che ha battuto l’Udinese e che si è battuta molto bene. È stata la Fiorentina a fare la partita, ma in definitiva è stato il Bari, con i suoi improvvisi e veloci contropiedi, a rendere difficile il compito della difesa viola. Nella squadra di Prandelli ha dimostrato di essere in procinto di raggiungere lo stato di forma ottimale Mutu, con Santana e Pasqual che hanno fornito parecchie palle importanti ai compagni dell’attacco, mentre De Silvestri (un pò acciaccato) ha dovuto ridurre il proprio raggio d’azione. Certo, gli esterni hanno dovuto badare a Alvarez e Rivas, con le loro partenze improvvise. 

Almiron al 7' è partito dalla propria area di rigore e, dopo una galopppata di mezzo campo, è andato al tiro e costringendo Frey a una deviazione sulla destra. Gillet si è dovuto barcamenare in un’area bollente al 10': Felipe e Mutu hanno tentato vanamente di metterla dentro. Un tentativo di autogol di Bonucci su una palla lunga per Gilardino: Gillet era fuori causa, ma la sfera è finita fuori. E dopo un cross dal fondo di Santana da destra, che Gilardino ha deviato fuori, il Bari è andato decisamente in avanti con tre azioni micidiali: al 22' un’azione Alvarez-Meggiorini-Rivas sulla sinistra con palla che ha attraversato la luce della porta; poco dopo è stato Barreto ha dato a Alvarez che ha tirato in diagonale fuori; al terzo tentativo il Bari ha fatto centro: al 25' angolo da sinistra di Alvarez, Ranocchia ha deviato di testa verso destra dove, vicino al palo, Barreto ha insaccato sempre di tenta. 

La reazione viola non è mancata e, dopo un cross di Santana da destra, deviato di testa fuori da Mutu, è arrivato il pareggio del romeno al 38': Pasqual da sinistra, colpo di testa potente che Gillet non ha trattenuto. I viola avrebbero potuto segnare al 45' quando Gilardino ha messo alto di sinistro da buona posizione. Al 4' della ripresa, una punizione di Almiron ha costretto Frey a un bell'intervento. Poi è stato Santana a impegnare Gillet da fuori area. È entrato Belmonte al posto dell’infortunato Ranocchia (seria distorsione al ginocchio). Frey al 7' ha salvato miracolosamente su una botta da fermo di Alvarez. Meggiorini poi al 10' di sinistro ha colpito il palo interno alla sinistra di Frey. L’espulsione di Almiron al 12' st (doppio giallo) ha condizionato la partita del Bari. 

I viola hanno ripreso ad attaccare esponendosi al contropiede di Barreto che ha messo fuori di poco al 22'. Una botta di Montolivo (fuori dal limite), poi un gol di Gilardino su tiro di Mutu respinto da Gillet è stato annullato (forse ingiustamente) per offside. Il gol buono è arrivato poco dopo, con l’ingresso di Castillo al 29': Montolivo da fuori ha sparato cogliendo la traversa; sulla respinta Castillo da due passi ha insaccato. Il viola al 35' è stato poi espulso per fallaccio su Kamata da dietro. Parità numerica in campo. Il Bari si è buttato in avanti a caccia del pareggio: i puglesi hanno reclamato per un mani di De Silvestri in area, ma forse il terzino ha colpito con la spalla. La squadra di Ventura ha cercato il pareggio nel finale, ma senza raggiungerlo.

• I risultati: ko Atalanta, Catania e Bologna
• La classifica: Bari, + 12 sulla terz'ultima
• I cannonieri: sesta segnatura per Barreto
• Il prossimo turno: Bari-Inter sabato sera

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400