Cerca

Castellana super la Roma travolta

Doveva essere la partita della verità e così è stato: la Bcc-Nep si stacca dalla più immediata inseguitrice nella serie A2 maschile di pallavolo. I giallo-blu abbozzano così la fuga con i capitolini che adesso sono distanti quattro punti. Consolidata la leadership in campionato, il sestetto di mister Lattari adesso può concentrarsi sulla gara secca di Coppa Italia di mercoledì prossimo tra le mura amiche contro Padova
Castellana super la Roma travolta
BCC-NEP CASTELLANA- M.ROMA 3-0 

BCC-NEP Castellana:De Palma 1 - Guerra 10, Popelka 18 - Gallotta 6, Jardel 10 - Insalata 12, Vicini (L), Giosa, Matheus. N.e.: Castellano, Mattera, Pagano, Guglielmi (L), Pagano. All. Lattari
M. Roma: Paolucci - Poey 13, Zaytsev 7 - Portuondo 6, Postiglioni 6 – Yosifov 4, Cesarini (L), Rossi, Segnalini. N.e.: Cesarini (L), Mor, Morelli, Subiela, Renzetti. All. Giani.
Arbitri: Gelati di Suzzara (Mn) e Pozzato di Bolzano
Parziali set: 25-21 (28’), 26-24 (34’), 25-16 (31’). tot. 1h33’. Castellana: b.s. 15, b.v. 10; Roma: b.s. 14, b.v. 4
Note:1800 spettatori

di Gianluca Cascione

CASTELLANA - Doveva essere la partita della verità e così è stato: la Bcc-Nep batte la temibile M. Roma e si stacca dalla più immediata inseguitrice. I giallo-blu abbozzano così la fuga con i capitolini che adesso sono distanti quattro punti e con Sora e Bologna, impegnate oggi rispettivamente contro Massa e Padova, lontane di oltre dieci lunghezze.

Consolidata la leadership in campionato, il sestetto di mister Lattari adesso può concentrarsi sulla gara secca di Coppa Italia di mercoledì prossimo tra le mura amiche contro Padova, classificatasi all’ottavo posto al termine del girone d’andata, ma avversario di certo alla portata della battistrada della cadetteria. Intanto il prosieguo del campionato può essere visto davvero in discesa dopo aver affrontato le due più temibili rivali e con undici giornate di cui sei in casa.

Straordinaria la prova dei locali, che hanno ovviato all’assenza per infortunio del palleggiatore Mattera, egregiamente sostituito da De Palma, che proprio oggi spegne le 42 candeline. Menzione particolare per lo schiacciatore ceco Popelka, mattatore dell’incontro con 18 punti, e del centrale brasiliano Jardel, decisivo in battuta.

Nonostante la diretta sul canale satellitare Snai Sat al palazzetto dello sport castellanese si registra il record stagionale di tifosi con oltre 1.800 spettatori che hanno completamente invaso il Pala Grotte quasi un’ora prima dell’incontro.

La decisione e la grinta castellanese si evince già dalle prime battute: «ace» di Jardel e muro di Popelka dopo il salvataggio con i piedi di Guerra (2-0), poi ancora una battuta vincente di Popelka (5-2). Dopo il micidiale turno al servizio di Jardel (14-9) Roma recupera, ma sempre Popelka, dopo un grande recupero di Gallotta (21-18), e l’ace sporco di capitan Insalata chiudono il parziale (25-21).

Anche il secondo set inizia con un super Castellana (3-0), ma Roma non molla (5-6). Grandissima la tensione, così come l’equilibrio: annullato un set-point, la New Mater «raddoppia» con la palla appoggiata da Jardel (26-24).

Due «ace» (9-5) e un attacco di Guerra sospingono Castellana anche nel terzo parziale (14-8). Poi sale in cattedra Insalata, (18-10) fino all’errore finale di Zaytsev di (25-16).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400