Cerca

Tennis: il piccolo Jacopo De Nitto tra i campioni del «Lemon bowl»

Jacopo De Nitto, di Ostuni, otto anni da compiere, il giorno dell'Epifania ha conquistato il primo posto nella categoria «Under 8» del prestigioso torneo di tennis nazionale «Lemon bowl». «Ho iscritto Jacopo per gioco – spiega il papà Ivan – per fargli fare un'esperienza, l'importante era che si divertisse». Il Lemon bowl è un torneo di tennis nazionale ma con iscritti che provengono da tutto il mondo, ha una lunga tradizione alle spalle, forte di 26 edizioni e ha diplomato tanti attuali giocatori professionisti
Tennis: il piccolo Jacopo De Nitto tra i campioni del «Lemon bowl»
«Papà sei contento?», il piccolo Jacopo il giorno della festa dell'Epifania ha appena vinto il torneo di tennis «Lemon bowl» nella sua categoria «Under 8» e si rivolge al padre, la sua felicità di campioncino la misura con la soddisfazione del papà. «Io ero molto orgoglioso naturalmente – spiega il papà di Jacopo, Ivan De Nitto istruttore di tennis al circolo di Ostuni – ma l'importante per me è che Jacopo si fosse divertito a giocare, quando l'ho iscritto al torneo non immaginavo assolutamente che potesse uscirne vincitore». 

Il «Lemon bowl» è un torneo di tennis nazionale ma con iscritti che provengono da tutto il mondo, ha una lunga tradizione alle spalle, forte di 26 edizioni e ha diplomato tanti attuali giocatori professionisti quali Ivan Ljubicic, Anastasia Miskina, Yanco Tipsarevic, Jelena Jancovic oltre che il compianto Federico Luzzi, scomparso d prematuramete qualche anno fà.
Quest'anno gli iscritti complessivi per tutte le categorie erano oltre 1800, Jacopo per affermarsi tra gli «Under 8» ha superato quasi 50 coetanei. 

«Ho iscritto Jacopo per gioco – sottolinea Ivan De Nitto – per fargli fare un'esperienza, l'importante era che si divertisse, non voglio stressarlo con stimoli competitivi. Certo è il suo primo riconoscimento importante e ne siamo orgogliosi, anche se il piccolo Jacopo sembra non farci molto caso» Papà Ivan è anche l'allenatore di Jacopo, è insegnante di tennis nel circolo di Ostuni, tanto che Jacopo ha iniziato a maneggiare racchette e calcare i campi da tennis già dall'età di 4 anni. «Finchè per Jacopo il tennis sarà un piacere continuerà a giocare. Siamo andati a Roma per il Lemon bowl come ad una gita. Per ora ci godiamo questo inaspettato riconoscimento, poi si vedrà». 

Mentre premiavano Jacopo il suo sguardo fiero mentre reggeva coppa e limoni la dicevano lunga sulla capacità di concentrazione e consapevolezza di un campioncino di oggi, che chissà, magari, domani... (R. Sche.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400