Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 14:28

Ventura: «A Firenze esame di maturità»

Un Bari che gioca con l'aria, fresco e divertente, un Bari per il quale nulla sembra essere scontato. Un Bari che può lanciare il guanto di sfida. Il tecnico parla della prossima gara della serie A di calcio (domenica alle ore 15): «Ora andiamo a Firenze a giocarci la partita alla pari contro la squadra di Prandelli, zeppa di campioni. Di certo il mio Bari scenderà in campo con lo spirito giusto»
• Il Bari decolla verso l'Europa
• Meggiorini, la festa spezzata
• Le squalifiche in serie A
Ventura: «A Firenze esame di maturità»
BARI - Conto alla rovescia. Meno tredici alla salvezza, inseguendo la grande utopia. È la sintesi del Ventura pensiero dopo la vittoria che proietta il Bari sempre più in alto, a un punto dalla zona Europa. «Vittoria di grande maturità. Tre punti conquistati con voglia, ne avevamo più dell'Udinese. E se permettete la soddisfazione è doppia perchè non dimentico la vigilia del campionato, tutto ciò che abbiamo passato. Concetto che mi piace ricordare spesso».

Mirino sulla classifica: «Abbiamo dodici punti di vantaggio sul terz'ultimo posto, sono tanti. Ma ribadisco un discorso: tagliare quanto prima il traguardo salvezza, toccare i 40 punti. Ora è facile sognare, forse è anche giusto che la gente lo faccia. Ma prima dobbiamo mettere da parte ciò che serve per festeggiare la permanenza».

Bari-Udinese: il gol di MeggioriniUn Bari che gioca con l'aria, fresco e divertente, un Bari per il quale nulla sembra essere scontato. Un Bari che può lanciare il guanto di sfida «Ora andiamo a Firenze a giocarci la partita alla pari contro la squadra di Prandelli, piena zeppa di campioni. Vediamo cosa succederà, di certo il mio Bari scenderà in campo con lo spirito giusto. Perché se dovessimo ripetere l'approccio di Roma, prenderemmo tre gol in venti minuti anche lì. Diciamo che si va ad affrontare un esame di maturità».

Brevi flash sui singoli, ma sempre nell'ottica dell'esaltazione del collettivo: «Almiron sta facendo ciò che sa fare. Ma vi dico una cosa: per me l'argentino è ancora al settanta per cento.... Barreto è stato protagonista, ma ha dato troppo all'inizio forse perché si ritrovava di fronte alla sua ex squadra: deve imparare a gestirsi meglio. Mi limito a due esempi per esternare una convinzione: tutti possiamo crescere».

Bari-Udinese: il gol di BarretoCapitolo tifosi. «C’era scetticismo per tanti motivi, non certo legato al sottoscritto. Ho sempre trovato calore e affetto, qui a Bari. Sono io in debito con i tifosi, non il contrario. Se posso, l'unica cosa che chiedo è questa: sarebbe bello vedere lo stadio sempre pieno come contro la Juve. Qui c'è fame di calcio, prima o poi ci arriveremo».

Un ringraziamento speciale per gente che lavora dietro i riflettori: «Ringrazio lo staff medico per avermi permesso di recuperare in extremis alcuni giocatori importanti». Cioé Ranocchia e Bonucci, colpiti da gastroenterite nella notte fra martedì e mercoledì.

[f.n.]

Le vignette sono di Carlo Tarantini

• I risultati: Catania ok, Siena e Atalanta ko
• La classifica: Bari, +12 sulla terz'ultima
• I cannonieri: Barreto, quinto gol
• Il prossimo turno: Fiorentina-Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione