Cerca

Ventura alla carica Bari-Udinese 2-0 Diretta della partita

Venticinque giorni dopo riappare il Bari nella serie A di calcio. Dove eravamo rimasti? Al rinvio di Genova, alla domenica della grande beffa. Anzi, no. Alla notte magica contro la Juve. Altra formazione bianconera, come l’Udinese che alle ore 15 si presenta al San Nicola. Anticipo: Chievo-Inter 0-1
Ventura alla carica Bari-Udinese 2-0 Diretta della partita
di Fabrizio Nitti

BARI - Venticinque giorni dopo riappare il Bari. Confessiamolo, un po’ eravamo in astinenza. Gol, vittorie, classifica da incanto, sogni europei ad accompagnare il Natale, quattro mesi di follie allo stato puro. Dove eravamo rimasti? Al rinvio di Genova, alla domenica della grande beffa. Anzi, no. Alla notte magica del 12 dicembre scorso contro la Juventus. Un’altra formazione bianconera, come l’Udinese che oggi pomeriggio ripristina il campionato del Bari nel giorno della Befana.

Partita scivolosa, dannatamente scivolosa. Non soltanto per l’erba del San Nicola. La sosta, ad esempio: sarà sempre il solito Bari? O lo ritroveremo con i meccanismi arruginiti? L’Udinese, ad esempio: cosa aspettarsi dopo il cambio di allenatore? È davvero la squadra modesta che fino ad oggi ha collezionato soltanto 18 punti? O la nuova conduzione tecnica riuscirà a produrre la scossa? Tutti piccoli quiz che agitano la vigilia di Giampiero Ventura. Sempre brillante e sorridente, propositivo, ma in fondo anche preoccupato.

momento storico...«Per vincere serve una grande partita - è l’esordio del tecnico -. Se dovessimo riuscirci, con un po’ di fortuna e con le nostre capacità, riusciremmo ad imprimere al nostro campionato una vera e propria svolta. Nel corso di una stagione si presentano momenti storici: siamo di fronte ad uno di quelli. Caso contrario, ci fermeremmo a riflettere, rimboccandoci le maniche. Mi aspetto comunque dai miei una prova diciamo di maturità: giochiamo al buio, contro un avversario che è cambiato. Bisognerà essere bravi soprattutto nel leggere le situazioni, mettendoci la giusta adrenalina e tensione».
... e allo stesso tempo di verifica«A Genova eravamo carichi, ora sinceramente non so. Ieri (lunedì, ndr) abbiamo svolto un buon allenamento, oggi (ieri, ndr) no. Se vale la legge dell’alternanza, dovremmo centrare la partita contro i friulani. Un mese di stop, però, è davvero tantissimo. In questo arco di tempo ci sono state solo parole, elogi... Il rischio di perdere di vista la realtà? C’è anche quello. Ecco perché parlo anche di verifica, soprattutto sotto l’aspetto psicologico».
mistero e qualitàL’Udinese secondo Ventura, pronto ad esplicare i concetti: «Pepe, Sanchez, Floro Flores, D’Agostino, Inler... Parliamo di gente che sa giocare al calcio. Se sbagliamo qualcosa, ci fanno male. Questi sono calciatori che nell’uno contro uno non perdonano, se hanno spazio non li prendi più. Se Pozzo ha voluto scuotere l’ambiente con il nuovo allenatore, significa che non era contento dei risultati di una squadra costruita per altri obiettivi. Tra le altre cose, ho saputo che si sono allenati alle 10 del mattino nel giorno di Capodanno, sotto la neve e con tanto entusiasmo. Un segnale che non va sottovalutato. La classifica dei friulani non corrisponde alle ambizioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400