Cerca

Calcio/Europei 2004 - Zidane stende l'Inghilterra

Doppietta dell'asso francese negli ultimi secondi: la nazionale di Londra sconfitta 2-1 davanti ai 60mila spettatori dello stadio "Da Luz" di Lisbona. La retroguardia transalpina ha subìto una rete dopo 1078 minuti di imbattibilità, quasi 18 ore senza incassare gol. Scialbo 0-0 fra Svizzera e Croazia
LISBONA (Portogallo) - Doppietta di Zidane negli ultimi secondi e la Francia batte 2-1 l'Inghilterra nell'incontro valido per il gruppo B degli Europei. Nel rocambolesco epilogo della sfida, due reti del fantasista del Real Madrid ribaltano il vantaggio siglato al 38' da lampard e regalano i tre punti ai campioni in carica.
Davanti ai 60mila spettatori dello stadio "Da Luz" di Lisbona è Vieira, con un destro impreciso, ad aprire le ostilità dopo due minuti. L'Inghilterra è protagonista di un avvio brillante ma non arriva mai, con Owen e Rooney, ad impensierire Barthez. La Francia impiega un quarto d'ora per rendersi pericolosa con un colpo di testa di Trezeguet che spedisce oltre la traversa un cross dalla destra. I campioni d'Europa in carica conquistano metri di campo con il passare dei minuti. L'Inghilterra, però, non concede spazi e non permette ai "bleus" di innescare Henry. La partita, sebbene giocata a ritmi elevati, appare bloccata. Per sbloccare la situazione, serve un'azione da calcio piazzato. Al 38' Beckham crossa dalla destra e Lampard azzecca il colpo di testa che non lascia scampo a Barthez: 1-0. Per la cronaca, la retroguardia transalpina subisce una rete dopo 1078 minuti di imbattibilità, quasi 18 ore senza incassare gol.
La Francia appare più aggressiva all'inizio della seconda frazione. Nell'arco di tre minuti, prima Henry e poi Zidane impegnano James dalla distanza. A centrocampo si lotta su ogni pallone e non mancano le entrate dure che costano l'ammonizione prima a Pires e poi a Scholes. Gli uomini di Santini provano a premere sull'acceleratore ma non riescono a creare chiare occasioni da gol, complice l'atteggiamento dei bianchi di Eriksson che schierano le linee di difesa e centrocampo a ridosso della propria area di rigore.
La Francia si sbilancia e lascia spazio al micidiale contropiede di Rooney. Il 18enne talento dell'Everton semina gli avversari e costringe Silvestre al fallo da rigore. Al 73' Beckham si presenta sul dischetto ma si fa ipnotizzare da Barthez, che respinge tuffandosi alla propria destra. Il pericolo scampato non scuote i "bleus", che continuano a macinare gioco senza però concretizzare. Tra il 90' e il 93', quando la partita sembra finita, succede l'incredibile: Zidane prima trasforma un calcio di punizione in maniera impeccabile da una ventina di metri, poi realizza il rigore assegnato per fallo di James su Henry.
Il triplice fischio dell'arbitro Merk sancisce il k.o. dell'Inghilterra, costretta ora a battere giovedì la Svizzera per sperare ancora nella qualificazione. La Francia, invece, arriva sollevata all'appuntamento con la Croazia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400