Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 12:28

Nuoto potentino alla riscossa ma mancano gli impianti

di ANGELO LA CAPRA 
Il nuoto lucano guarda al 2010 con la speranza di poter avere soprattutto qualche impianto in più. Di questi giorni è la notizia dell’apertura della piscina di Moliterno, ma per avere risultati di rilievo occorre che si faccia molto di più. «Il nuoto potentino è in buona salute – sottolinea Vincenzo Ostuni, responsabile del settore nuoto della Fin di Basilicata – e si può affermare che il 2009 ha portato continui progressi che ci fanno ben sperare per il futuro»
Nuoto potentino alla riscossa ma mancano gli impianti
di ANGELO LA CAPRA 

POTENZA - Il nuoto lucano guarda al 2010 con la speranza di poter avere soprattutto qualche impianto in più. Di questi giorni è la notizia dell’apertura della piscina di Moliterno, ma per avere risultati di rilievo occorre che si faccia molto di più. «Il nuoto potentino è in buona salute – sottolinea Vincenzo Ostuni, responsabile del settore nuoto della Fin di Basilicata – e si può affermare che il 2009 ha portato continui progressi che ci fanno ben sperare per il futuro. Credo che, se verranno risolti i soliti problemi legati alla gestione degli impianti natatori, finalmente potranno arrivare risultati di rilievo». 

Per quanto riguarda l’aspetto agonistico, il 2009 delle società potentine, tra nuoto e pallanuoto, non è stato assolutamente un anno da buttare via. «Si chiude per il nuoto potentino un anno che ha registrato non pochi problemi dovuti alle solite carenze impiantistiche ma che ha visto dei buoni risultati da parte di nuotatori potentini. 

A livello giovanile si sono azzerate le differenze con cugini materani che per anni hanno spadroneggiato, difatti nella categoria Esordienti «A» il titolo di campioni regionali a squadre è andato all'Invicta Nuoto Potenza che ha registrato molti risultati importanti, tra tutti gli atleti: Alessandro Graziuso, Federica Vaccaro e Vito Colucci, quest'ultimo ottavo ai campionati italiano di giugno a Molveno. Buoni risultati anche da altri atleti potentini quali Rossana Stolfi Numida della Rari Nantes, Maria Chiara Di Nota della Basilicata Nuoto 2000, Vincenzo D'Egidio e Dario Mangieri della Savigi di Satriano. Nei campionati regionali di categoria la vittoria è stata delle compagini materane ma si sono registrati ottimi riscontri cronometrici da parte di atleti potentini: Federica Palo e Sergio Lotito della Rari Nantes, Leonardo Marchetta dell'Invicta Nuoto e Domenico Acerenza della Savigi Satriano, che ha disputato i campionati italiani a luglio al Foro Italico di Roma assieme al compagno Rocco Potenza sempre della Savigi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione