Cerca

Il Lecce Primavera si conferma campione d'Italia

Nella finale di Fano, i salentini hanno battuto 5-4 ai calci di rigore l'Inter, finalista anche l'anno scorso. I tempi regolamentari, così come quelli supplementari si sono chiusi sull'1-1: gol di Diarra al 32' e di Piovaccari al 24'. Dell'interista Meggiorini l'errore decisivo dal dischetto
FANO - Il Lecce si aggiudica per il secondo anno consecutivo il titolo di campione d'Italia Primavera, battendo 5-4 ai calci di rigore l'Inter nella finale di Fano. Dell'interista Meggiorini l'errore decisivo dal dischetto. I tempi regolamentari, così come quelli supplementari si sono chiusi sull'1-1.
Il Lecce ha fatto sua la prima frazione di gioco, interpretando al meglio l'approccio alla gara contro i nerazzurri. Una superiorità, soprattutto nel gioco in velocità, che si è concretizzata al 32', quando forse nel miglior momento dell'Inter Mattioli è sceso sulla destra e ha messo un rasoterra in mezzo dove i centrali hanno pasticciato un po', consentendo a Drissa Diarra di mettere in rete con un colpo sottomisura.
Nella ripresa, il Lecce ha giocato con la spavalderia di chi si trovava in vantaggio, mentre l'Inter ha proseguito nella sua manovra non veloce ma efficace. Marimo ha ispirato la maggior parte delle azioni nerazzurre e dai suoi piedi è partita la palla del pareggio, al 24', messa in rete da Piovaccari che ha anticipato l'intervento del difensore e l'uscita del portiere con un colpo con la punta della scarpa. Ben ottomila i tifosi presenti sugli spalti dello stadio di Fano dove si è svolta la fase finale del campionato di categoria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400