Cerca

Cras «padrone» del 2009 la vetta dell’A1 è in difesa

La vittoria contro Venezia ha chiuso un anno straordinario per Taranto nel basket femminile. Lo scudetto e la supercoppa italiana in bacheca e l’Europe Cup persa ad Istanbul solo al supplementare. Un anno da incorniciare, che si è concluso con una prova che che ribadisce lo strapotere rossoblù nella prima parte di stagione. 17 vittorie in 20 gare (tra campionato, eurolega e supercoppa) sono eloquenti
Cras «padrone» del 2009 la vetta dell’A1 è in difesa
di Alfredo Ghionna

TARANTO - La vittoria contro Venezia ha chiuso un 2009 straordinario per il Cras. Lo scudetto e la supercoppa italiana in bacheca e l’Europe Cup persa ad Istanbul solo al supplementare. Un anno da incorniciare, che si è concluso con una prova che che ribadisce lo strapotere rossoblù nella prima parte di stagione. 17 vittorie in 20 gare (tra campionato, eurolega e supercoppa) sono eloquenti sulla solidità di un gruppo che può ambire a traguardi importanti e che, malgrado i successi, non sembra appagato.

L’allenatore Roberto Ricchini è ovviamente soddisfatto: «Sono felice - ha dichiarato il tecnico ionico dopo la sfida contro la Reyer - i numeri registrati in questo 2009 - 42 vittorie a fronte di 7 ko ndr - sono importanti, ma sono convinto che possiamo ancora migliorarli nel prossimo anno. I presupposti ci sono - ha proseguito Ricchini - il gruppo non deve sentirsi arrivato e questo 2009 lo consideriamo soltanto un punto di partenza».

Confortanti, dunque, le parole dell’allenatore tarantino, il quale ha poi commentato l’ultimo incontro stagionale: «È stata la vittoria del cuore, dell’intelligenza e della tecnica. Una vittoria che dedichiamo al nostro meraviglioso pubblico che non ci ha mai fatto mancare il proprio sostegno ed al quale auguro un sereno Natale».

Anche l’ex di turno Karen David è raggiante: «Contro Venezia abbiamo dato vita ad una gara palpitante, ma alla fine l’abbiamo spuntata con merito. Una degna conclusione - ha aggiunto – di un anno straordinario per il Cras». Il futuro appare rosa per l’italo-brasiliana, che sull’anno che verrà ha chiosato: «Mi aspetto che la squadra prosegua su questi livelli, e sono certa che sarà così , perché sentiamo di aver raggiunto una solidità difficile da scalfire. Per questa non ci poniamo obiettivi. Un altro scudetto è il minimo a cui possiamo ambire. Il sogno è quello di raggiungere la final four di Eurolega».

Obiettivo ambizioso, quello di David, considerando che Taranto in questa competizione è alla sua prima partecipazione. Nonostante ciò le crassine hanno già centrato l’obiettivo della qualificazione agli ottavi di finale del massimo torneo continentale per club con due turni di anticipo. Le restanti partite contro Valencia in trasferta e Vilnius al PalaMazzola serviranno soltanto a definire la posizione di classifica nel girone che sarà determinante per l’accoppiamento nei turni ad eliminazione diretta.

Di questo, però, se parlerà solo dopo la ripresa degli allenamenti, prevista per sabato 2 gennaio 2010 al PalaMazzola. Le ragazze in questi giorni trascorreranno le festività natalizie in famiglia, recuperando energie sia dal punto di vista fisico che mentale. La società, intanto, fa sapere che all’inizio del prossimo anno sarà in vendita presso le edicole della città il calendario ufficiale del Cras, con gli scatti alle ragazze realizzate dalla fotografa Nadia El Jaziri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400