Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 06:25

Foggia cerca l’impresa con la capolista Verona

Imbattuti in trasferta, senza neanche subire un gol, gli scaligeri di mister Remondina arrivano in un momento difficile per la classifica (al momento è nei playout) della squadra affidata al tandem tecnico Porta-Pecchia che, tuttavia, nelle ultime giornate, ha collezionato tre pareggi consecutivi nella Prima Divisione di calcio. In programma anche Marcianise-Taranto, Potenza-Giulianova e Ternana-Andria 
Foggia cerca l’impresa con la capolista Verona
di Filippo Santigliano

FOGGIA - Arriva la capolista ed il Foggia è chiamato a fare l’impresa. Imbattuti in trasferta, senza neanche subire un gol, gli scaligeri di mister Remondina arrivano in un momento difficile per la classifica (al momento è nei playout) della squadra affidata al tandem tecnico Porta-Pecchia che, tuttavia, nelle ultime giornate, ha collezionato tre pareggi consecutivi (altrettanti 0-0 contro Pescara, Cavese e Spal) ed una vittoria (in casa contro il Portogruaro). È la migliore striscia stagionale dei rossoneri dopo quella di inizio campionato: allora ci furono quattro risultati utili, seguiti da altrettante sconfitte, quelle che hanno in un certo senso compromesso il percorso del Foggia in questo campionato.

Privo di Salgado, e cioè del giocatore che ha realizzato un terzo delle reti del Foggia, per scardinare la retroguardia veronese bisognerà affidarsi sottorete ad uno dei due giovani «americani», Ferrari e Carraccio con un leggero vantaggio del nordamericano, Ferrari appunto, sull’argentino Carraccio.

La rifinitura di ieri ha consegnato allo staff tecnico qualche elemento positivo, come il recupero di Trezzi che dovrebbe scendere in campo dal primo minuto.

Di conseguenza la formazione è quasi fatta: Bindi tra i pali, Carbone e Micco sulle fasce esterne, Goretti e Burzigotti centrali; a centrocampo Trezzi accanto a D’Amico, Di Roberto esterno e quasi certamente Colomba (sull’altra fascia laterale) preferito a Quadrini e Velardi. Ferrari in attacco con Mancino in appoggio. È una formazione prudente.

«Dobbiamo cercare di fare una partita modello Portogruaro, e cioè con intelligenza ed intensità. A livello psicologico e fisico ci siamo, ho fiducia nei ragazzi. Certo, ci mancherà Salgado, uno che per qualità tecniche non è facile sostituire, ma dobbiamo comunque cercare di dare il massimo», spiega mister Porta che non si fida del Verona: «È una squadra di qualità, molto collaudata. Noi dobbiamo fare una partita intelligente, senza perdere la testa e soprattutto senza rischiare. È evidente che puntiamo alla vittoria, che insomma intendiamo festeggiare il Natale ed anche fare un passo avanti in classifica, ma contro la capolista è altrettanto importante non perdere».

Il Verona si presenta a Foggia al completo. L’unico non convocato è Comazzi, che dovrà essere ceduto nel mercato di gennaio. Con molta probabilità mister Remondina confermerà la stessa squadra che domenica scorsa ha pareggiato contro il Portogruaro.

Le probabili formazioni

FOGGIA: Bindi; Carbone, Goretti, Burzigotti, Micco; Di Roberto, Trezzi, D’Amico, Colomba; Mancino; Ferrari. In panchina: Milan, Cuomo, Torta, Sgambato, Velardi, Quadrini, Carraccio. All: Porta

VERONA: Rafael; Cangi, Ceccarelli, Comazzi, Pugliese; Esposito, Russo, Pensalfini; Berrettoni, Colombo, Rantier. In panchina: Ingrassia, Anselmi, Garzon, Ciotola, Selva, Farias, Gomez. All: Remondina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione