Cerca

Taranto rialza la testa Brucato: avanti così

Rifiata il Taranto. La meritata vittoria nel posticipo di prima Divisione di calcio con il Cosenza ha regalato tranquillità all’intero ambiente. Ma il successo è stato sofferto. C'è voluto un robusto secondo tempo per ribaltare lo 0-1 con il quale gli jonici erano andati negli spogliatoi dopo i primi 45’. Il tecnico esalta i suoi: «Abbiamo gettato il cuore oltre all’ostacolo. In campo abbiamo messo l’anima, la grinta e la determinazione
• Foggia, col Verona senza Salgado
• Andria, Dionigi e Sy hanno ripreso
• Potenza con la «grana» infortuni
Taranto rialza la testa Brucato: avanti così
Giuseppe Dimito

TARANTO - Rifiata il Taranto. La meritata vittoria nel posticipo con il Cosenza ha regalato tranquillità all’intero ambiente. Ma il successo è stato sofferto. C'è voluto un robusto secondo tempo per ribaltare lo 0-1 con il quale gli jonici erano andati negli spogliatoi dopo i primi 45’. Brucato esalta i suoi: «Abbiamo gettato il cuore oltre all’ostacolo. In campo abbiamo messo l’anima, la grinta e la determinazione per rimediare al risultato che ci vedeva sotto. Nella prima parte della partita, invece, il Cosenza, spendendo probabilmente più di quanto era necessario, era riuscito ad ottenere un maggior possesso-palla».

La «chiave» del ribaltone sta probabilmente nel cambio operato nella ripresa, Felci per Iraci (non è entrato in partita). L’ex pescarese ha indubbiamente rinverdito i tempi in cui giocava con la maglia biancoazzurra. Oltretutto ha finalmente giocato nella stessa posizione della scorsa stagione. Il trainer rossoblù rimarca la prestazione: «Ho sempre avuto fiducia in Felci. Non erano in discussione le doti tecniche. Probabilmente non si era ancora del tutto inserito nel nostro scacchiere. D’ora in poi mi attendo non solo da lui, ma dall’intera squadra un ulteriore salto di qualità per riavvicinare la zona alta della classifica che dista quattro sole lunghezze».

Sugli episodi che potevano far pendere l’ago della bilancia dalla parte cosentina, è esplicito: «Il gol del Cosenza era in evidente fuorigioco. Non c’è stato bisogno di rivederlo. Me n’ero accorto già in partita. Per quanto riguarda il rigore, l’impatto c’è stato». Sul valore della vittoria Brucato non ha dubbi: «Abbiamo zittito tutti coloro che erano molto perplessi sulle nostre capacità e possibilità di disputare un buon campionato. Certo, questi tre punti non risolvono tutti i nostri problemi perchè non siamo ancora in zona playoff; ma quanto meno possiamo ripartire in un clima di maggiore fiducia e di autostima. Dovremo, tuttavia, continuare sulla strada intrapresa nel secondo tempo contro il Cosenza». Sulla vicenda dei giocatori epurati, sviscerata dallo stesso presidente D’Addario ad inizio della settimana dopo la sconfitta di Andria, Brucato ha meglio «spiegato» le intenzioni della società: «Il problema non è quello di mandar via i giocatori per considerazioni personali. Vi siete resi conti che Felci ha giocato e, per giunta anche segnato. Diversi altri giocatori di cui si era parlato come possibili partenti, sono scesi in campo oppure sono andati in panchina. Il fatto obiettivo è che abbiamo una rosa di 27 giocatori, più 4 babies che si sono aggregati. È evidente che siamo in tanti. A gennaio necessariamente qualcuno dovrà andar via. Magari costoro lo chiederanno pure. La questione è molto più semplice di quella di cui si era parlato».

Ieri riposo. La preparazione riprenderà oggi con una doppia seduta. All’orizzonte c’è l’ultima gara del 2009 a Marcianise. Il campionato riprenderà il 10 gennaio 2010 in casa con la Ternana. Bisognerà verificare le condizioni Migliaccio e Spinelli. Per Innocenti se ne riparlerà verosimilmente all'anno nuovo. Nessun rossoblù è stato squalificato. Il dirigente Valerio D’Addario, espulso, è stato ammonito. Diffidati Quadri e Falconieri. Biancolino ha preso 4 turni di stop «per aver dato una spinta all’arbitro ed avergli profferito una frase irriguardosa». La società è stata multata di 3000 euro. Ci sono 800 biglietti per Marcianise al prezzo di 15 euro più la prevendita. I biglietti si possono acquistare presso la tab. Caracciolo in viale Trentino, 5/c.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400