Cerca

Cras «regina» dell’A1 Siccardi: siamo grandi

Taranto si gode il successo di Faenza, un’affermazione dal valore elevato. Il modo con in quale la formazione jonica è riuscita a colmare il gap accumulato nei confronti delle romagnole nella prima metà del match (-17), è sintomatico ed allo stesso tempo eloquente sulla capacità reattiva di una squadra che appare ancor più solida e forte di quella che appena sette mesi fa ha brindato allo scudetto di basket femminile
• Contro Riga per gli ottavi di Eurolega
Cras «regina» dell’A1 Siccardi: siamo grandi
di Alfredo Ghionna

TARANTO - Il Cras si gode il successo di Faenza, un’affermazione dal valore elevato. Il modo con in quale la formazione jonica è riuscita a colmare il gap accumulato nei confronti delle romagnole nella prima metà del match (-17), è sintomatico ed allo stesso tempo eloquente sulla capacità reattiva di una squadra che appare ancor più solida e forte di quella che appena sette mesi fa ha brindato allo scudetto. Ribaltare l’inerzia di una gara quasi compromessa, sul parquet della seconda in classifica, e soprattutto con la fatica accumulata nelle gambe dai ritmi forsennati imposti dal calendario, amplifica i meriti di un gruppo che comincia a sbalordire anche coloro che lo hanno concepito.

Valentina Siccardi, dopo aver espugnato il PalaMokador ha commentato: «Siamo state veramente grandi. Recuperare 23 punti ad un lanciatissimo Faenza non è impresa da tutti. Il nostro merito - ha proseguito - è quello di non aver mai mollato ed averci creduto sino in fondo. Con questa convinzione siamo riuscite ad agguantare il pari a 3’’ dal termine e poi a far nostra l’intera posta in palio nel tempo supplementare».

Due punti pesanti, che consentono alle rossoblù di condurre la graduatoria sempre a punteggio pieno - dieci vittorie in altrettante gare, è record storico del club in A1 ndr - ma che aumentano il vantaggio sulle battistrada da due a quattro lunghezze.

Ed alla vigilia dell’impegno interno contro Venezia, è sicuramente un buon viatico: «Già, ma prima abbiamo la gara di eurolega contro Riga - ha evidenziato Siccardi - il calendario non ci da tregua e dobbiamo essere brave a recuperare energie».

Proprio il confronto con le lettoni, in programma domani sera al PalaMazzola (palla a due alle ore 20,30) potrebbe rappresentare un crocevia importante per la stagione del Cras. In caso di vittoria, infatti, le tarantine potrebbero brindare alla matematica qualificazione agli ottavi di finale dell’eurolega. Un risultato storico per il quintetto del presidente Basile, alla prima partecipazione nella massima competizione continentale.

Battendo Riga, dunque, i restanti impegni del girone serviranno solo a definire la classifica finale del raggruppamento, nel quale Taranto è attualmente terza in condominio con Galatasaray, ma con il vantaggio di aver una migliore differenza canestri negli scontri diretti con le turche. Conservare tale posizione potrebbe garantire un accoppiamento più abbordabile negli ottavi.

EUROLEGA, LA PREVENDITA La società intanto, fa sapere che sono già disponibili i tagliandi d’ingresso per la sfida di domani sera, che potranno essere acquistati in prevendita presso la segreteria della società sita presso il PalaMazzola oggi e domani dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20. I prezzi sono immutati: 7 euro (intero), 4 euro (ridotto per militari, studenti, studenti universitari e over 65) ed un euro (under 12). Gli abbonamenti saranno validi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400