Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 02:50

L'Enel Brindisi si ricompatta aspettando Pistoia in Legadue

Nei prossimi giorni, il presidente del club di basket Corlianò incontrerà i responsabili del tifo organizzato. È un tentativo per riportare il sereno lì dove ci sono nuvole. L'obiettivo è ricompattare il gruppo (società, staff tecnico, giocatori, media) smussando le asperità che hanno generato qualche dissapore di troppo. Domenica intanto sfida di campionato al Pistoia, come i brindisini reduce da una vittoria
L'Enel Brindisi si ricompatta aspettando Pistoia in Legadue
di Franco De Simone

Nei prossimi giorni, il presidente Antonio Corlianò incontrerà i responsabili del tifo organizzato. È un tentativo per riportare il sereno lì dove ci sono nuvole che potrebbero offuscare la luce che l’Enel squadra emana. Corlianò, in buona sostanza, non desidera altro che ricompattare il gruppo (società, staff tecnico, giocatori, media) smussando le asperità che hanno generato qualche dissapore di troppo. «Perché il nostro obiettivo - ammette Corlianò - è un solo: vincere il campionato»

La gara di domani. Hanno vinto entrambe: l’Enel Brindisi (99-80), sul parquet del palaElio contro la Fileni Jesi; la Carmatic Pistoia (71-77) a Reggio Emilia. Domani pistoiesi e brindisini si troveranno di fronte, covando l’identico desiderio: dare continuità di risultati, contribuendo a rendere ancora più interessante il campionato di LegaDue che risulta essere già il più avvincente ed equilibrato degli ultimi anni.

L’Enel vista all’opera l’altra sera (ottima al tiro, 64.5% da due, 43.8 da trte con 14 su 32, 17/21 ai liberi, vincente anche sotto le plance, 36-27) ha trovato uno splendido Nikola Radulovic che ha travolto Ruben Boykin, mettendo a segno 29 p. in 36', 3/4: 7/11 da tre, 2/2 e anche 11 rimbalzi, ed ha messo le ali con super Abdul Omar Thomas (26 p. in 37', 9/12, 2/3, 2/3, 4 rimb.), trovando anche Joe Crispin, giocando dapprima con un po’ di timore, condizionato dall’infortunio; poi, dopo aver «riscaldato» mani e muscolo, confermandosi lo straordinario giocatore che Brindisi ha imparato a conoscere. Inoltre, l’Enel ha potuto mettere in cascina altri punti grazie alla prova assolutamente importante del capitano Michele Cardinali (in 23', 11 punti, 1/1, 3/5) e ulteriore legna da ardere con Silvere Bryan (14 p. in 28', 4/6, 6/8, 11 rimbalzi).

Il tutto, mentre a Reggio Emilia la squadra allenata da coach Paolo Moretti ingabbiava la Trenkwalder (71-77) impostando una gara accorta e giudiziosa, tenendo sotto ritmo gli uomini di Ramagli.

Le cronache dicono che Pistoia ha tenuto sempre il pallino delle operazioni. La Carmatic (47,7 da due, 5/17 da tre, cioè 29.4%, 20/26 ai liberi, cioè 76.9%) forse ha iniziato ad avere l'effetto Gregor Fucka che ha fatto registrare cifre importanti in un minutaggio relativo: in 24', 14 p., 5/5, 4/5, 6 rimbalzi, 2 recuperi, 4 perse. Anche in attacco Moretti ha suddiviso il gioco: Skinn ha fatto 15 in 32' (3/8, 1/ 4, 6/7, 5 recuperi, 3 assist), Slay, a Reggio Emilia non ha tirato come sa, ma ha fatto quantità (15 p. in 33', 3/10, 1/3, 6 rimbalzi, 5 recuperi), ed importante è stato il contributo di Infanti che ha raccolto in 15' 8 punti e numeri buoni (2/2, 1/1, 1/1, 5 rimbalzi e 2 recuperi).

Le cifre potrebbero dare un’idea di ciò a cui è attesa domani pomeriggio (arbitri: Maurizio Pascotto di Portogruaro, Roberto Castelluccio di Napoli, Renato Giovanrosa di Rocca Priora) l’Enel Basket che riavrà in condizioni fisiche migliori rispetto alla gara con la Fileni Jesi, Joe Crispin.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione