Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 17:31

Castellana Grotte super Battuto il Gioia nel derby

Nell'anticipo della tredicesima giornata della A2 di pallavolo maschile, la sfida tra le baresi si conclude con il successo della Mater di Lattari sempre più prima in classifica. Il successo è in tre set: 25-19, 27-25, 25-14. Domenica le altre partite. Scenderà in campo anche Taranto in A1 contro Cuneo (ore 18) nell'ultimo turno dell'andata. In A1 donne, c'è la sfida Castellana-Piacenza (ore 18). A2: San Vito-Loreto (ore 18)
Castellana Grotte super Battuto il Gioia nel derby
BCC NEP New Mater Castellana – Nava Gioia del Volley 3 – 0 (25-19, 27-25, 25-14)

BCC NEP New Mater Castellana: Mattera 3, Guerra 18, Popelka 7, Gallotta 8, Jardel 12, Giosa 5, Vicini (L), Castellano 7, De Palma. All. Lattari. Bv 8, be 18, muri 9, ric. prf 56%, att. 65%.
Nava Gioia del Volley: De Giorgi 1, Jacke 9, Antanovich 10, Rigoni 1, Tomasello 3, Tomassetti 6, Pagotto (L), Cetrullo 4, Niero, Viva (L). All. Cannestracci. Bv 3, be 11, muri 1, ric. prf 56%, att. 43%.

CASTELLANA - La Nava Gioia del Volley non riesce a bissare il successo al PalaGrotte della scorsa stagione e si deve arrendere 3-0 alla BCC NEP Castellana. I gialloblu ricorrono a tutte le loro armi per affermare la loro superiorità e quando Gioia riesce a tenere testa le battute di Evandro Guerra e Jardel o la classe di Castellana fanno la differenza. La Nava non demerita per lunghi tratti e, per gran parte del primo e tutto il secondo set, lotta alla pari con la capolista, merito di una ricezione molto positiva e di ottime difese. Purtroppo qualche pecca a muro e in attacco fa ancora la differenza in negativo e contro squadre di alto rango questi limiti si pagano a caro prezzo. Il 3-0 finale testimonia la differenza di qualità e rendimento al momento palese tra le due squadre. 

A inizio gara nessuna novità per i padroni di casa, in campo con Mattera alzatore, Guerra opposto, Popelka e Gallotta laterali, Jardel e Giosa al centro e Vicini libero. Cannestracci invece sceglie Tomassetti come secondo centrale in linea con Tomasello, confermando Jacke opposto in diagonale con De Giorgi, il recuperato Antanovich e Rigoni martelli e Pagotto libero. Avvio prorompente dei gialloblu, che forzano subito al servizio e costringono De Giorgi a correre per distribuire palle giocabili (6-2). La Nava replica con due buone difese e il meno uno giunge con un block out di Antanovich, mentre la parità è firmata da Tomasello a muro su Evandro Guerra (8-8). 

La BCC NEP sembra essere in grado di condurre le operazioni, ma commette qualche errore di troppo in attacco consente a una Nava ordinata di restarle a ridosso. Un’incomprensione in difesa dei biancorossi manda Castellana avanti di tre lunghezze e due ace di Jardel in pratica chiudono il set. Finisce con un 25-19 forse troppo pesante per la prestazione iniziale della Nava. 

Gioia prova a replicare subito nel secondo set con un Jacke più incisivo dai nove metri e in contrattacco (1-3). I ragazzi di Cannestracci trovano anche l’allungo con ace di De Giorgi (4-7) e per po’ riescono a mantenere efficace e continuo il suo cambio palla. La Mater torna a macinare gioco e rimonta, ma due errori consecutivi di Guerra consentono ai ragazzi di Cannestracci di riportarsi avanti (12-14). Un muro più reattivo e percentuali più alte in ricezione nella metà campo gioiese impediscono a Castellana di colmare il divario, fino all’errore del 19 pari di Antanovich. Tutto da rifare, però Cannestracci tiene alta la tensione nei suoi e la squadra non si demoralizza. Due ace potentissimi di Guerra spezzano l’equilibrio ma la Nava difende alla grande due volte con Rigoni e Viva (in campo per Pagotto da libero) e annulla il gap. Si va ai vantaggi e solo una pipe sprecata in rete da Antanovich manda i padroni di casa sul 2-0 (27-25). 

Nel terzo set Lattari conferma Castellano, in campo per gli ultimi decisivi scambi del precedente parziale, per Popelka e la mossa è vincente. La BCC NEP viene trascinata dal martello campano (a fine gara 100% in attacco a referto per lui) e vola via in scioltezza, galvanizzata dallo scampato pericolo del set precedente (11-4 dopo altri due servizi vincenti consecutivi di Guerra). Gioia stavolta non regge l’urto e neanche l’ingresso di Cetrullo la scuote. L’attacco biancorosso si inceppa e Castellana ha gioco facile fino al 25-14 finale siglato dal Castellana.

Domenica le altre partite. Scenderà in campo anche Taranto in A1 contro Cuneo (ore 18) nell'ultimo turno dell'andata. In A1 donne, c'è la sfida Castellana-Piacenza (ore 18). A2: San Vito-Loreto (ore 18).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione