Cerca

Cras, match principale a Faenza Ricchini: «Stanchi ma stimolati»

Le avversarie delle ioniche vincono da otto turni nella A1 femminile di basket e vogliono braccare la capolista e agganciarla in vetta alla classifica. Appuntamento alle ore 18 per il penultimo turno di andata. Il coach di Taranto: «Recuperare le forze prima della pausa, che sarà salutare». Tutte disponibili nel Cras, con un leggerissimo allarme per Godin. Il centro francese lamenta un problema ad un’unghia del piede
Cras, match principale a Faenza Ricchini: «Stanchi ma stimolati»
TARANTO - L’Atletico Faenza vince da otto turni in A1 e vuole braccare il Cras sulla vetta del campionato. Lo stesso Cras ci tiene a rafforzare il suo primato, puntando su una fuga più solitaria, con il parallelo obiettivo di riscattare il -31 di Ekaterinburg. Sono questi i temi che rendono interessante il big match di domani al PalaMokador di Faenza. Appuntamento alle ore 18 per il penultimo turno di andata dell’A1, che ha in Venezia-Schio l’altra sfida dei quartieri alti.

RICCHINI: RECUPERIAMO ENERGIE - «Affrontiamo Faenza in un momento di stanchezza. Ma l’intenzione è quella di recuperare le forze per quest’ultima volata dell’anno, prima della pausa, che sarà salutare». È questo il pensiero di Roberto Ricchini. Il suo Taranto l’affronta con una piccola macchia: il -31 di Eurolega di Ekaterinburg, che ha spezzato la serie vincente di 9 match che durava da un mese. Ma il coach non fa drammi: «La squadra russa è stata costruita per vincere l’Eurolega. Noi l’abbiamo affrontata non al top delle energie psicofisiche, dunque il ko ci può stare. Io non faccio drammi e come sempre ho predicato, bisogna restare coi piedi per terra. Se Faenza mi preoccupa? Un pochino sì. Loro vivono un bel momento e vanno affrontati con concentrazione. Mi fido della mia squadra e della sua voglia di riscatto».

Tutte disponibili nel Cras, con un leggerissimo allarme per Godin. Il centro francese lamenta un problema ad un’unghia del piede, ma stringerà i denti per dar man forte alla sua squadra. Contestualmente Ricchini può contare sul play Gianolla con un maggior minutaggio sulle gambe. Per Taranto è l’occasione di cementare la sua leadership in campionato. In caso di successo il risultato sarebbe doppio: record storico in A1 con 10 vittorie di fila e vantaggio di +4 sulle seconde.

I numeri del Cras: capolista dell’A1 con 9 successi e 0 ko; 4° attacco con 74 punti a match; 2^ difesa con 55,6 punti subiti a giornata; prima marcatrice Brunson (15,8 punti di media); prima rimbalzista Brunson (8,8 recuperi a gara).

FAENZA, VOGLIA DI VETTA - «È il Faenza più pericoloso ed equilibrato degli ultimi anni». Le parole di Roberto Ricchini illustrano la forza della squadra di Paolo Rossi, che è la inseguitrice della “lepre” Cras. Dopo il ko di Supercoppa del PalaMazzola (65-62 del 23 settembre scorso), Faenza affronta Taranto per la seconda volta in questa stagione, dopo il 3-2 rossoblù di quella passata tra regular season e playoff. La formazione biancazzurra vanta un trend positivo di 8 successi consecutivi, dopo la falsa partenza dell’opening day contro Sesto San Giovanni. Parma, Venezia e Priolo le vittime illustri delle faentine.

Rispetto alla scorsa annata, almeno sinora, Faenza si è mostrata maggiormente vitale sotto il profilo fisico e tecnico. Prezioso, su tutti, l’innesto dell’ala-pivot Geraldine Robert. La giocatrice nata nel Gabon, ma “naturalizzata” francese, si sta confermando su alti livelli dopo l’ottima Eurolega giocata con Metropole. L’atleta 29enne, infatti, è seconda nella classifica delle marcatrici del campionato con una media di 17,3 punti-match. Attorno a lei formano il quintetto titolare, la sempre regista “piccante” Adriana (12,6 punti a match), la guardia produttiva (9,6) Modica, l’ala imprevedibile Erkic (8,3) e l’altra “lunga” di fede faentina Alexander, che garantisce la media punti+rimbalzi 7,8+5,8. Ma Paolo Rossi ha anche diverse frecce da pescare in panchina. Positivo sinora il campionato dell’esterna Santucci (7,7) e del pivot ucraino Prystupa (6). In crescita la guardia Sciacca.

I numeri di Faenza: secondo posto in campionato con 8 successi ed 1 ko; 2° attacco (74 punti a match) e 3^ difesa (59,9 punti subiti a partita); prima marcatrice Robert (17,3 punti-match); prima rimbalzista Robert (7,7 recuperi a sfida).

LE FORMAZIONI Club Atletico Faenza: Adriana, Modica, Erkic, Robert, Alexander; Battisodo, Sciacca, Morsiani, Santucci, Prystupa. All. Rossi. Cras Taranto: Wambe, Siccardi, Mahoney, David, Brunson; Gianolla, Greco, Montagnino, Godin, Giauro. All. Ricchini. Arbitri: Quarta di Torino e Mazzoni di Grosseto.

DIRETTA TV SU STUDIO 100 - Il Cras gioca fuori casa e la sua emittente media partner Studio 100 Tv “regala” come di consueto ai tifosi la diretta televisiva. Collegamento dal PalaMokador di Faenza dalle ore 17,50. Anticipazioni sulle formazioni, diretta del match ed interviste post partita.
Il giorno dopo, lunedì 14 dicembre, andrà in onda su Studio 100 Tv il consueto rotocalco settimanale "Terzo tempo", interamente dedicato al Cras. Martedì 15 alle 15,45, su Studio 100 Tv e Studio 100 Sat (925-Sky), vi sarà la replica della partita di Faenza. A seguire la replica di “Terzo tempo”.
La sfida Faenza-Cras sarà possibile seguirla anche attraverso la frequenza 93,70 Mhz di Radio Taranto Stereo. Diretta web, con le sequenze dei canestri, da parte dei siti www.blunote.it e www.legabasketfemminile.it.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400