Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 06:25

Motomondiale - A Gibernau la "pole" del Gp d'Italia

Il campione spagnolo partirà in prima posizione nella corsa che si disputerà domenica 6 giugno al Mugello (in Toscana). Diretta televisiva su Italia 1 a partire dalle 11
• Classe 250: in "pole" Sebastian Porto e nella 125 Steve Jenkner
SCARPERIA - Sete Gibernau ha tenuto saldamente in mano la pole position del GP d'Italia della classe MotoGp, in programma domani al Mugello. Il pilota spagnolo della Honda, autore oggi del tempo di 1'49"920, partirà davanti a tutti grazie al record sul giro messo a segno ieri in 1'49"553. Al suo fianco ci saranno a seguire lo statunitense Nicky Hayden (Honda, 1'49"922) e il campione del mondo Valentino Rossi (Yamaha, 1'49"926). In seconda fila, nell'ordine, il brasiliano ALex Barros (Honda), Marco Melandri (Yamaha) e Max Biaggi (Honda), solo sesto.
Non ha migliorato lo strepitoso tempo fatto registrare nel corso della prima sessione di qualifica del venerdì, ma anche oggi è stato il più veloce di tutti Sete Gibernau. E il Mugello lo ha acclamato come merita questo spagnolo che si dice sempre dispiaciuto di battere gli italiani. Valentino Rossi ha provato ad insidiarlo, ma alla fine è risultato staccato di soli quattro millesimi per quanto riguarda i tempi di oggi. E tra i due, a sorpresa, si è piazzato lo statunitense Nicky Hayden con la Honda ufficiale.
Questa, quindi, la prima fila del GP d'Italia al termine di una sessione che non ha fatto mancare emozioni. Come l'interruzione causata dall'incendio (dopo una scivolata) della Proton di Kurtis Roberts avvenuto a 10 minuti dalla fine della sessione e che ha costretto ad una lunga interruzione.
Quarto tempo e prima posizione della seconda fila, poi, per il brasiliano Alex Barros che ha preceduto il ravennate della Yamaha, Marco Melandri, e il romano della Honda, Max Biaggi: il pilota del team Pons non solo non è riuscito a migliorare ma ha perso 3 posizioni rispetto alle qualifiche di ieri. Ancora una giornata no, invece, per Loris Capirossi che al Mugello ha continuato ad usare il modello 2004 della Ducati: l'imolese ha ottenuto l'ottavo tempo davanti alla Suzuki di Kenny Roberts e alla Kawasaki di Shinja Nakano.
I favori del pronostico, quindi, sono tutti per lo spagnolo Gibernau, leader della classifica. Rossi è convinto che quella di Hayden è solo un fuoco di paglia e che la gara di domani sarà solo un affare tra lui e l'amico-rivale Sete. Il campione del mondo, in effetti, è riuscito a fare un mezzo miracolo rispetto a ieri ma domani, nel corso del warm up, dovrà fare l'altro mezzo per permettere alla sua Yamaha di avvicinarsi alle prestazioni della Honda e poi colmare il gap che resta in gara, con la sua classe.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione